Vittorio Sgarbi, e l’uso improprio del libro di Renzi

In estate un buon libro torna sempre utile, per passare il tempo sotto l’ombrellone o per concedersi un po’ di relax dal lavoro immergendosi in una storia avvincente.

Certamente non esistono libri belli in assoluto, e il gradimento dipende da gusti assolutamente soggettivi, ma a quanto pare il libro del premier Matteo Renzi non è proprio piaciuto al critico Vittorio Sgarbi, che ha voluto condividere la cosa con i suoi fans sui social.

Naturalmente, come è suo stile, lo ha fatto in modo abbastanza colorito, quasi offensivo se lui non fosse uno assolutamente sopra le righe, a cui ci si perdona quasi tutto.

E così Vittorio Sgarbi sul suo profilo Facebook ha pubblicato uno scatto che in pochi minuti ha raccolto già migliaia di commenti e condivisioni. Il critico d’arte siede sul gabinetto in una posa inequivocabile, e accompagna le sue funzioni fisiologiche con una lettura “liberatoria”, come scrive sulla foto.

Solo nell’arco delle prime 3 ore, la foto di Sgarbi sul water ha ottenuto 7.000 commenti, oltre 27.000 condivisioni e oltre 75.000 ‘mi piace’.

Il libro dell’attuale premier è uscito nel 2011 per la Rizzoli. All’epoca, Matteo Renzi era ancora sindaco di Firenze e si dilettava a scrivere di Berlusconi e di antiberlusconismo.

Next Post

Il Segreto, anticipazioni domenica 21 agosto

Siamo pronti a concludere un’altra settimana intensa e ricca di sorprese per i telespettatori de Il Segreto, che anche in questi giorni di festa e di vacanza hanno potuto godersi l’appuntamento quotidiano con la soap opera spagnola più amata dagli italiani. Nella puntata di oggi, domenica 21 agosto, vediamo che […]