Whatsapp, finge il suicidio e spaventa l’ex ragazza: denunciato 23enne di Teramo

Redazione

Litiga di brutto con la sua ex ragazza e teme che la relazione con lei sia davvero giunta al capolinea. Lui però non si dà per vinto, non vuole accettare la fine della storia con la sua amata, ecco quindi la brillante idea: scattarsi un selfie con una pistola puntata sotto al mento, con l’idea di un suicidio imminente. La foto viene mandata su Whatsapp all’ex ragazza, la quale scioccata ed impaurita avverte immediatamente le forze dell’ordine del folle gesto che sta per compiere l’ex fidanzato.

Protagonista di questa assurda vicenda è un operaio 23enne di Valle Castellana, un paese in provincia di Teramo, Abruzzo. Subito dopo la telefonata allarmata della 21enne al 112, i carabiniere si sono precipitati nell’abitazione del ragazzo per sventare il possibile suicidio. Una volta arrivati lì, però hanno capitato soltanto che si trattava di uno scherzo di pessimo gusto, o meglio di un tentativo maldestro e disperato di conquistare il cuore della sua ex fidanzata.

Per questo motivo il 23enne non solo ha perso ogni speranza di poter tornare insieme alla sua ex ragazza, spaventata a morte dalla sua bravata, ma per tutta risposta si è anche beccato una denuncia per procurato allarme da parte delle forze dell’ordine.

Next Post

Lampedusa, 17 clandestini morti per il freddo nel Canale di Sicilia

Ennesima tragedia della disperazione nel Canale di Sicilia, a circa 150 miglia a sud di Lampedusa. 17 clandestini sono morti su un gommone, così quello che doveva essere un viaggio della speranza si è trasformato in un viaggio della disperazione e della morte. 16 di loro sono morti per ipotermia […]