Windows10 al Ministero della Difesa per la sicurezza dei dati

Eleonora Gitto

Windows10 al Ministero della Difesa per la sicurezza dei dati.

Si parla di cybersecurity e, prima o poi, tutti i ministeri dovranno adeguarsi a norme, tecniche, sistemi che proteggano i dati dagli attacchi degli hacker, che ormai sono diventati innumerevoli.

L’obiettivo del Ministero della Difesa è di garantire insieme sicurezza e produttività.

E sembra che il sistema operativo di Microsoft, quanto a questi parametri, dia delle innegabili garanzie. La protezione è in termini di identità digitali, di sistemi e di dati.

Simonetta Moreschini, Direttore di Microsoft Italia per la Pubblica Amministrazione, ha affermato in tema: “La cybersecurity rappresenta un imperativo per un ente preposto alla sicurezza del Paese come il Ministero della Difesa”.

“Basti pensare chele cyber aggressioni alle infrastrutture critiche in Italia sono in crescita, come emerge dall’ultimo rapporto Clusit che ne ha rivelato un incremento del 154% nel 2015 rispetto al 2014”.

“Dotarsi di strumenti tecnologici avanzati in grado di offrire funzionalità di protezione delle identità digitali, sei sistemi e dei dati è strategico e siamo certi che Windows 10 possa rappresentare la risposta giusta alle esigenze del Ministero della Difesa. La cybersecurity al di sopra di tutto, quindi: sembra diventato un imperativo categorico”.

Next Post

Milano, catturato l'aggressore di donne anziane

A Milano preso l’aggressore di donne anziane. Violento, senza pietà, e anche cretino. Perché non si accorgeva delle telecamere che lo riprendevano mentre aggrediva, picchiava e rapinava donne anziane e indifese. Questo è l’identikit di Drinel Ilie, un Rumeno di 30 anni che seguiva le proprie vittime fino nell’androne delle […]
Milano, catturato l'aggressore di donne anziane