Yara, Bossetti resta in carcere

Redazione

Il gip del Tribunale di Bergamo ha respinto l’istanza di scarcerazione per il muratore accusato dell’omicidio della piccola Yara Gambirasio.

L’avvocato di  Massimo Bossetti, Claudio Salvagni, nei giorni scorsi aveva presentato un’istanza di scarcerazione per il suo assistito.

Per l’avvocato del muratore  vi erano incongruenze degli accertamenti sul Dna trovato sul corpo della vittima.

Yara Gambirasio non fece più ritorno a casa la sera del 26 novembre del 2010 e fu trovata morta tre mesi dopo in un campo.

Omicidio di cui è stato accusato Massimo Bossetti . E’ questa già la seconda volta che il giudice per le indagini preliminari nega  la libertà a Massimo Bossetti. Per il magistrato, infatti,  sussiste il pericolo di reiterazione del reato.  Secondo il gip esistono gravi indizi di colpevolezza per Massimo Bossetti.  Stando ad alcune indiscrezioni pare che si sia ampliata la gravità degli indizi nei confronti del muratore.

Next Post

Obama conferma la morte di Kayla

Dopo le notizie trapelate nei giorni scorsi il presidente degli Stati Uniti conferma la morte della cooperante americana presa in ostaggio dall’Isis. Nei giorni passati i terroristi avevano detto che la ragazza era rimasta vittima  dei bombardamenti giordani. “In nome del popolo americano, Michelle ed io rivolgiamo – ha affermato […]