Nick Luciani, il baratro dopo l’addio ai Cugini di Campagna

Redazione

Ha conosciuto il successo, le tournée internazionali, le fans assiepate sotto al palco o fuori ai camerini per un suo autografo o una foto assieme, ma anche il baratro più nero, quando le chiamate sono finite di colpo, e si è dovuto reinventare da zero, patendo dai lavori più umili.

A raccontare la sua vita, fatta di vette raggiunte ma anche di periodi bui, è Nick Luciani, storico ex dei Cugini di Campagna.

Ospite di “Pomeriggio Cinque” il cantante ha raccontato gli anni di sacrifici.

“E’ stato un periodo nero, ma da un po’ di tempo ho ripreso anche con il canto. Mi sono dovuto reinventare e ho imparato a fare il muratore, il piastrellista, il giardiniere e l’elettricista”, ha rivelato.

Lavori che però, ha precisato, non ha fatto per altri, ma all’interno della sua casa, per risparmiare su ristrutturazione e manutenzione.

Un video ha poi mostrato anche la sua notevole versatilità e manualità:

“Mi adatto a fare tutto, anche a casa, è una forma di risparmio, preferisco fare i lavori da me… Mi adatto a fare tante cose, una di queste cose è spaccare la legna. E’ faticoso, non è proprio cantare! E basta con i Cugini, perché io sono il Figlio di Campagna! E taglio anche l’erba… Chi fa da sé, fa per tre!”.

Ricordiamo che Nick è stato cantante dei Cugini di campagna dal 1994 al 12 dicembre 2014, quando annunciò le sue dimissioni.

Next Post

Quanti numeri 25 vedi nella foto?

Un test visivo facile da risolvere ma che in ogni caso mette alla prova la vostra abilità di osservatori. Il test si basa su una semplice osservazione: Cercare quante volte viene ripetuto il numero 25 nell’immagine qui sotto. In pochi secondi, quanti numeri 25 riesci a scorgere nell’immagine? Soprattutto quanto […]