5G uomo rivela: io la prova vivente delle conseguenze

Redazione

Bruno Berrick, 48 anni, e la sua compagna Lisa Chambers, 34 anni, hanno detto di aver dipinto la loro casa con vernice protettiva contro il 5G poiché il padre di tre bambini soffre di elettrosensibilità, una condizione che è stata contestata dai medici ma Bruno insiste che è reale.

Un uomo che ha una rara allergia all’elettricità ha detto che la condizione lo ha fatto prigioniero nella sua stessa casa, costringendolo a rivestire il bungalow dove vive con una particolare vernice per bloccare il 5G e le onde radio.

Bruno Berrick, 48 anni, vive con la sua compagna e tre figlie in una casa appositamente progettata che, secondo lui, aiuta a bloccare le onde radio.

Ha detto che la famiglia mantiene il consumo di elettricità al minimo, lasciando le luci spente la sera, mantenendo spento il riscaldamento e non svolgendo le normali attività quotidiane come guardare la TV, come riferisce il Northamptonshire Telegraph.

Il padre ora si sta costruendo uno speciale rifugio con tecnologia pari a zero, in giardino, dove ha intenzione di passare l’inverno in modo che la famiglia possa avere il riscaldamento acceso.

5G uomo rivela io la prova vivente delle conseguenze

Bruno ha detto che era un “ragazzo normale” prima di iniziare a soffrire della condizione debilitante quattro anni fa, e ha detto che tutto è iniziato con una sensazione di bruciore nella sua testa.

Ha perso molto peso prima di rendersi conto di soffrire di una condizione rara e controversa chiamata Elettrosensibilità, nota anche come Ipersensibilità elettromagnetica, Elettrofobia o Sindrome da intolleranza ai campi elettromagnetici.

Alcuni esperti affermano che l’elettrosensibilità è totalmente immaginata, ma Bruno e la compagna Lisa Chambers, 34 anni, insistono che le sue condizioni sono così reali che la coppia ha speso 200.000 sterline per combattere la condizione.

Bruno ha detto: “Ero solo il tuo normale ragazzo di tutti i giorni, sai? Ero un addestratore di levrieri – levrieri addestrati per vivere, ho lavorato tutto il giorno, ho tre bambini piccoli, sono la prova vivente di quello che ti fa il 5G ed i campi elettromagnetici”.

Tutte queste persone in TV e sui giornali e che dicono che sono solo idioti del 5G e tutto questo, ma se mi metti di fronte a qualcuno con un telefono cellulare o mi metti l’elettricità vedi cosa mi succede”.

Nessuno può dire che non ti influenza perché io sono la prova vivente”. Il padre ha detto che ha iniziato a soffrire di questa condizione dopo essere stato avvelenato dai pesticidi quando viveva vicino a un campo che veniva spruzzato con tossine.

Bruce ha detto che l’avvelenamento ha “spogliato” il suo sistema immunitario e ha continuato a contrarre infezioni dopo infezioni fino a quando non si è trasformato in un’intolleranza alle radiazioni.

Ha detto: “Nel 2016 sono stato avvelenato dai pesticidi perché vivevo vicino a un campo che stavano irrorando ma nessuno sapeva cosa fosse. Hanno mandato un campione di urina in Kansas ed è tornato dicendo che ero pieno di pesticidi”.

Fondamentalmente, ha spogliato il mio sistema immunitario. È andato a vuoto e ho continuato a contrarre infezioni dopo infezioni e adesso si è trasformato in questo. Ora, se sono vicino a un telefono cellulare quasi crollo a causa delle radiazioni“.

Bruce e Lisa si sono poi trasferiti in una parte remota di Rutland che lo ha fatto sentire “molto meglio” ed è stato ‘in grado di giocare di nuovo con i bambini.

La coppia si è ora trasferita in una zona più affollata e si è assicurata che la loro casa fosse adatta e sicura per Bruno, e hanno persino dipinto la casa con vernice protettiva 5G.

Ha detto: “Sono venuto qui, ho costruito mattone su mattone. Non posso avere la corrente elettrica, niente luci, niente riscaldamento, niente TV, niente. Se lo faccio, i miei occhi diventano neri entro dieci minuti, sembro di circa 10 anni più vecchio”.

Quando vivevamo vicino a una torre del telefono tremavo fisicamente. Adesso sono in una casa dipinta con vernice protettiva per il 5G. Sono venuto qui, ho passato quattro mesi fantastici. Quando sto in questa casa sono un uomo assolutamente normale.”

Next Post

Dove si trova il confine dell’universo?

La conoscenza umana è in costante crescita e le possibilità per noi umani di studiare l’Universo, aumentano naturalmente. Quando Galileo Galilei puntò il suo primo telescopio nel cielo nel 1610, scoprì “ammassi di innumerevoli stelle” nascosti in una striscia di luce chiamata Via Lattea. Circa tre secoli dopo, i limiti […]
Dove si trova il confine de universo