Acquista una Porsche con un assegno stampato in casa

Redazione

Un uomo in Florida è stato arrestato per aver acquistato un’auto di lusso con un assegno stampato sul suo computer di casa. Casey William Kelley, 42 anni, è stato arrestato la scorsa settimana per aver acquistato una Porsche e tentato di acquistare orologi Rolex con assegni falsi, direttamente stampati in casa. 

Secondo l’ufficio dello sceriffo della contea di Walton, l’uomo di Wewahitchka era entrato in una concessionaria di automobili nella contea di Okaloosa e aveva acquistato una Porsche. “Durante l’indagine, è stato stabilito che Kelley aveva acquistato una Porsche 911 Turbo da un concessionario Porsche a Destin utilizzando un assegno falso, stampato a casa, per 139.203,05 dollari lunedì 27 luglio“, ha dichiarato il dipartimento di polizia in una nota.

È stato denunciato per furto all’ufficio dello sceriffo della contea di Okaloosa dopo che il concessionario non ha potuto incassare l’assegno che aveva presentato.

Non solo è partito con l’auto rubata, ma Kelley ha anche pubblicato una fotografia sui social media per mostrare il suo nuovo “acquisto”.

Dopo aver rubato la Porsche, il signor Kelley è andato da un gioielliere a Miramar Beach e ha tentato di acquistare tre orologi Rolex con un altro assegno falso per un importo di 61.521 dollari.

https://www.facebook.com/WCSOFL/posts/10157121884506493

Il gioielliere, tuttavia, ha tenuto gli orologi fino a quando non sono stati in grado di determinare se l’assegno potesse essere incassato. Notando che gli assegni non erano coperti ed erano falsi avevano informato le forze dell’ordine.

Quando è stato arrestato mercoledì pomeriggio, Kelley ha detto agli investigatori di aver stampato gli assegni dal suo computer di casa e di non aver ricevuto l’assegno del cassiere dalla sua banca”, ha dichiarato l’Ufficio dello sceriffo.

foto@Facebook/Walton County Sheriff, Michael A. Adkinson, Jr.

Next Post

Conte, pugno duro contro i migranti

Nelle ultime settimane, complice l’allentamento delle misure di contenimento del virus ed anche le buone condizioni meteo, c’è stato un vero e proprio boom di migranti irregolari sulle nostre coste. Migranti che sovente non si sono sottoposti ai controlli, che sono fuggiti durante il periodo della quarantena, facendo perdere ogni […]
Conte pugno duro contro i migranti