Alieni sulla Luna, analizzate immagini della missione Apollo 9
Alieni sulla Luna analizzate immagini della missione Apollo 9

I cacciatori di alieni sostengono di aver individuato una flotta di UFO che sfrecciano oltre la Luna nelle immagini archiviate della missione Apollo 9 del 1969.

L’Apollo 9 vide tre astronauti della NASA nell’orbita terrestre per 10 giorni come volo di prova prima della missione Apollo 11, che vide le prime persone atterrare sulla Luna. Il comandante James McDivitt, il pilota del modulo di comando David Scott e il pilota del modulo lunare Rusty Schweickart decollarono dalla Terra il 3 marzo 1969, prima di trascorrere 10 giorni in orbita.

I tre uomini tornarono sulla Terra il 13 marzo, appena quattro mesi prima che la missione Apollo 11 partisse per la Luna.

Mentre il trio era nell’orbita terrestre, gli astronauti scattarono immagini della Luna e i teorici della cospirazione credono di aver notato qualcosa di strano in alcune delle fotografie.

Il famoso ricercatore Scott C Waring ha analizzato le immagini degli astronauti della NASA e ha individuato quella che crede essere una flotta di UFO che viaggiava di fronte alla Luna.

I presunti UFO, secondo Waring, erano lunghi fino a tre chilometri e sembrano essere estremamente sottili.

Il cacciatore di alieni ha pubblicato sul suo blog ET Database la seguente affermazione: “Gli UFO che erano lunghi oltre 2-3 km sono stati visti e riportati da piloti e altri testimoni oculari, io stesso ho riportato UFO in una foto della NASA che erano di circa 10 km di diametro in confronto con il vicino cratere il cui diametro è noto“.

Ecco ancora tre UFO, lunghi e di dimensioni gigantesche che volano oltre la luna e registrati nientemeno che dalla NASA!

Le immagini analizzate da Scott C. Waring (foto@ETDATABASE)

È un problema tecnico, un graffio sull’obiettivo, una lente economica? Non ci posso credere, scusate ragazzi, la NASA utilizza solo dispositivi da prestazioni elevate per le sue osservazioni.

Alcuni teorici della cospirazione affermano che la Luna potrebbe essere occupata dagli alieni e questa è la ragione per cui la NASA non è tornata da quando le missioni Apollo si sono concluse negli anni ’70.

Ora, la NASA ha deciso di istituire solo una base permanente sulla Luna, con la speranza che le missioni si svolgano nel 2024.

L’amministratore della NASA Jim Bridenstine ha annunciato l’intenzione di creare una colonia lunare, invitando “la migliore e la più brillante rappresentanza dell’industria americana a partecipare al progetto“.

La base verrebbe utilizzata come checkpoint tra Terra e Marte, consentendo allo stesso tempo agli astronauti di studiare la Luna in modo dettagliato.

La NASA ha dichiarato: “Dopo aver riportato gli esseri umani sulla Luna nel 2024, la NASA prevede di stabilire un’esplorazione lunare sostenibile entro il 2028“.

L’acquisizione di nuove esperienze sul satellite e intorno al satellite, preparerà la NASA a inviare i primi umani su Marte a metà degli anni 2030“.

La NASA prevede di selezionare la nuova classe di candidati astronauti a metà del 2021 per iniziare l’addestramento come la prossima classe di astronauti della generazione Artemis.”

Loading...
Potrebbero interessarti

Quale porta scegli? Scopri i segreti del subconscio

Questo test della personalità a 4 porte ti aiuterà un po ‘a…

Cancro, dagli Stati Uniti un autotransplant lo rimuove

Lo avrebbe portato a termine un team statunitense, la rimozione di un…