Autofonia: Senti la tua voce troppo forte, ecco di cosa si tratta

Redazione

Molte persone soffrono di acufene, ma questo disturbo del rumore nell’orecchio può essere fastidioso e debilitante almeno quanto il rumore costante nell’orecchio dopo un’improvvisa perdita dell’udito.

Se guardi l’anatomia dell’orecchio, puoi immediatamente vedere che è piuttosto complicata. C’è un piccolo condotto chiamato tubo di Eustachio (o tromba). La sua funzione può essere influenzata da vari fattori. Il risultato: l‘udito è gravemente compromesso e talvolta puoi sentire tutto due volte.

senti la tua voce troppo forte ecco di cosa si tratta

Il tubo o la tromba dell’orecchio è lungo circa 3,5 centimetri negli adulti ed è una connessione nell’orecchio medio che conduce dal tubo timpanico al rinofaringe. L’equalizzazione della pressione dell’aria avviene tramite loro . Questo regola la pressione nel rinofaringe a quella nell’orecchio medio. Se la tromba di Eustachio è disturbata, l’equalizzazione della pressione non avviene come al solito.

Inoltre, la tromba di Eustachio drena le secrezioni dall’orecchio. Se hai il raffreddore, la tromba dell’orecchio potrebbe essere ridotta. L’equalizzazione della pressione è disturbata.

Si parla di un tubo aperto se c’è un malfunzionamento della tromba di Eustachio. L’equalizzazione della pressione è disturbata perché l’orecchio non si chiude come nella normalità. Perché normalmente il tubo è chiuso dal tessuto adiposo o cartilagineo circostante e si apre solo brevemente quando interagiscono muscoli diversi.

Un tipico sintomo di un tubo aperto è l’autofonia. Cioè, la propria voce si sente eccessivamente forte. Anche il tuo respiro è percepito come rumoroso, a volte come svolazzante o tintinnante. L’autofonia, in particolare, può portare a livelli elevati di sofferenza nella persona interessata.

Qual è esattamente la causa di una tromba di Eustachio aperta o spalancata non è stata ancora completamente chiarita. I cambiamenti ormonali, ad esempio durante la gravidanza, o una grave perdita di peso possono essere possibili cause del tubo aperto. Inoltre, le cicatrici nel rinofaringe possono portare a un malfunzionamento del tubo.

Per molti malati, la malattia di un tubo aperto non ha quasi sintomi, quindi il trattamento non è necessario. Tuttavia, circa il 7% di tutti i pazienti manifesta sintomi, quindi è importante rivolgersi all’orecchio. Nel trattamento delle donne, ad esempio, l’interruzione della pillola potrebbe portare a un miglioramento. I tentativi di chiudere artificialmente il tubo con siringhe di collagene o silicone non hanno avuto molto successo fino ad oggi.

C’è anche un sollievo temporaneo quando ci si sdraia. Il trasferimento modifica la pressione e il tubo si chiude.

foto@CC0 1.0 Universal

Next Post

Vitamina D, nessuna difesa contro il coronavirus

 Da molti mesi è stato riferito che la vitamina D ha un effetto positivo sul decorso del Covid-19. Secondo gli esperti, tuttavia, non esiste una relazione di causa-effetto. Secondo i risultati della German Nutrition Society (DGE), non ci sono prove affidabili di protezione dal coronavirus attraverso integratori di vitamina D. Secondo studi precedenti, non è […]
Vitamina D nessuna difesa contro il coronavirus