Binge Watching, quando le serie tv diventano un’ossessione
Binge Watching quando le serie tv diventano ossessione

Quando non dobbiamo andare al lavoro o svolgere qualche altro compito più o meno gravoso, a tutti noi piace sdraiarci sul letto o sul divano, per guardare qualche film o serie televisiva, che sia in tv o su una piattaforma di streaming.

Ma se non c’è nulla di male a prendersi un po’ di tempo per se, la cosa diventa problematica quando il guardare serie diventa addirittura un’ossessione: avete mai sentito parlare del binge watching?

Binge watching è un neologismo mutuato dalla lingua inglese con cui si indica il guardare programmi televisivi per un periodo di tempo superiore al consueto, e più in particolare il guardare episodi consecutivamente, senza soste.

Traducibile nella nostra lingua anche come “abbuffata di visione”, che bene rende l’idea dell’esagerazione che presuppone, è praticato da milioni di persone nel mondo: ci si isola da tutto e tutti, si perde la cognizione del tempo, l’unica cosa che esiste è lo schermo e le immagini che vi scorrono sopra.

Binge Watching quando le serie tv diventano ossessione

Per far capire quanto sia diffusa questa pratica, nel 2013 questo termine era in lizza come “parola dell’anno” per il sito Oxford Dictionaries proposto dalla Oxford University Press e due anni dopo è stato scelto come “parola dell’anno” per il Collins English Dictionary.

Ma, nonostante il fenomeno sia diffusissimo, non fa certo bene: rende la vita particolarmente sedentaria, danneggiando il fisico ed in particolar modo l’apparato cardio circolatorio e per di più lo stare per troppo tempo davanti a uno schermo disidrata e irretisce gli occhi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Tumori, manifestazioni per la giornata mondiale contro il cancro infantile

Il 15 febbraio è una giornata molto speciale: ricorre infatti la giornata…

Bimba di 3 anni ibernata perché malata gravemente

Non ci crederete mai ma è la verità: una bambina di soli…