Consigli per massimizzare gli spazi all’interno della casa piccola

Redazione

La tendenza del mondo dell’edilizia è sempre più quella che va verso la creazione di spazi abitativi di dimensioni ridotte, soprattutto all’interno dei contesti urbani più grandi e richiesti. Si è quindi costretti creare degli spazi funzionali all’interno di pochi metri quadri, con soluzioni che puntano prima di tutto all’ottimizzazione. 

I grandi produttori di complementi d’arredamento sono sempre alla ricerca di alternative versatili, in grado di offrire il massimo comfort e allo stesso tempo di non pregiudicare l’aspetto funzionale. Nel catalogo prezzi Poltronesofà 2021 è possibile trovare tutta una serie di idee contraddistinte dalla solita qualità garantita dall’azienda italiana.

Ecco alcuni spunti pratici per ottimizzare gli spazi.

1. Eliminare gli oggetti non necessari

Uno degli scogli più difficili da superare quando si cerca di trovare dello spazio extra all’interno degli ambienti della propria casa è riuscire a far fuori qualsiasi tipo di ingombro che incide pesantemente sull’aspetto funzionale. La cosa migliore è fare una lista per categorie, cercando di privilegiare quegli oggetti veramente essenziali, e accantonando senza pietà il surplus di cui si può fare tranquillamente a meno. Alcuni di essi possono essere riallocato in altri ambienti, ma in linea di massima l’accumulo di beni dovrebbe essere quantomeno limitato, se non evitato completamente. Si tratta di una delle colonne portanti del consumismo moderno, che però fa a pugni con le nuove esigenze abitative. 

2. Privilegiare la verticalità

Si tratta di un concetto ampiamente conosciuto e utilizzato dagli architetti moderni nelle nostre città e che si basa sulla penuria di spazi, soprattutto nei centri storici o nei nuovi distretti commerciali. Si privilegiano le costruzioni che vanno in altezza in grado di occupare meno superficie del suolo. Allo stesso modo è possibile agire all’interno delle nostre case, cercando di sfruttare al massimo le pareti sino al soffitto.
Questo permette di avere tanto spazio aggiuntivo che, anche se risulta meno agevole da raggiungere, consente di allocare tantissimi oggetti che vengono usati solo raramente o stagionalmente. Si pensi alle trapunte invernali, o agli elettrodomestici di cui si ha un reale bisogno in rari casi.

In ogni caso, l’uso di mobili modulari risulta perfetto in tantissimi ambienti domestici e consente un approccio più organizzato ed efficiente.

3. Una camera da letto versatile

La camera da letto classica prevede la presenza di un letto matrimoniale di dimensioni piuttosto generose, un armadio 4 stagioni capiente, cassettiere e comodini. Per contenere tutto è necessario avere degli spazi adeguati, e spesso questi non ci sono. Per ovviare e per non rinunciare comunque alla comodità, esistono delle soluzioni ideate appositamente per venire incontro alla mancanza di spazi. I divani letto, ad esempio, ormai sono comodi quanto un letto tradizionale e hanno il pregio di poter essere ripiegati durante il resto della giornata. Anche i letti ribaltabili sono sempre più utilizzati e sono il massimo per chi vuole migliorare la propria camera da letto a livello pratico. Verticalità e arredi modulari vanno a completare il quadro.

4. Effetti luce

Consigli per massimizzare gli spazi interno della casa piccola

Una volta fatto tutto quello che si poteva fare per ricavare degli spazi extra, non rimane che operare a in un modo che dia l’illusione che gli ambienti domestici siano più spaziosi. In quest’ambito i giochi di luce e l’illuminazione generale della casa sono gli strumenti migliori di cui possiamo disporre.
L’idea di base è quella di stimolare i nostri occhi a guardare in senso verticale, dal basso in alto e viceversa, anziché in orizzontale, perché in questo modo le stanze appariranno più spaziose. Per fare ciò occorrerà quindi trovare delle soluzioni in grado di proiettare luce verso il soffitto, come ad esempio piantane alte o candelieri da parete. La luce deve avere tonalità brillanti e rendere gli ambienti ben illuminati. Durante il giorno per ottenere lo stesso risultato, meglio agevolare l’ingresso dei raggi solari tramite le finestre, limitando l’uso delle tende troppo coprenti.

Next Post

Esiste un oggetto non terrestre nella piramide di Cheope

Il direttore dell’International UFO Research Information Center Valery Uvarov ritiene che il Ministero delle Antichità egiziano e i servizi di intelligence statunitensi non permettano al mondo di conoscere la verità sui risultati della piramide di Cheope. Questo è stato riportato sulle pagine di “FAN“. Il fatto è che in precedenza […]
Esiste un oggetto non terrestre nella piramide di Cheope