Covid-19, può portare problemi di fertilità maschile?

Redazione

Un nuovo preoccupante studio ha identificato quattro modi chiave in cui il coronavirus può “prendere di mira” i sistemi riproduttivi degli uomini.

Il coronavirus potrebbe rappresentare una “minaccia globale al potenziale di fertilità maschile“, avvertono gli scienziati dopo nuove ricerche.

Covid-19 puo portare problemi di fertilita maschile

In una recensione pubblicata mercoledì sulla rivista Open Biology, i ricercatori hanno delineato l’impatto potenzialmente devastante che la pandemia potrebbe avere sulle coppie che sperano di avere figli – o per la razza umana in generale.

È stato ipotizzato che il sistema riproduttivo maschile sia un potenziale bersaglio dell’infezione da SARS-CoV-2, il che è supportato da alcune prove preliminari“, si legge nell’abstract dello studio.

Questo può rappresentare una minaccia globale per il potenziale di fertilità maschile, poiché gli uomini sono più inclini all’infezione da SARS-CoV-2 rispetto alle donne, specialmente quelle in età riproduttiva“.

Rapporti preliminari hanno anche indicato la possibilità di trasmissione sessuale di SARS-CoV-2. Può causare gravi complicazioni nelle coppie infette“.

I ricercatori hanno identificato quattro modi chiave in cui Covid può influenzare la fertilità maschile, il primo dei quali è “l’invasione mirata“.

Il team di ricerca ritiene che la presenza di recettori ACE2 (il punto di ingresso preferito del coronavirus) nei testicoli renda le cellule genitali maschili un potenziale bersaglio di infezione.

Ci sono state anche segnalazioni che un caso di Covid impoverisce e danneggia le cellule di Leydig e Sertoli del corpo, entrambe essenziali per la salute riproduttiva e la produzione di sperma.

Il secondo modo è dall’infiammazione della malattia, che potrebbe causare danni permanenti al tessuto riproduttivo. L’infiammazione intorno al cuore potrebbe anche bloccare o ridurre l’afflusso di sangue al pene, il che significa disfunzione erettile.

L’infiammazione testicolare totale (nota come orchite) è rara ma può verificarsi quando il sistema immunitario va in overdrive e può causare danni permanenti al sistema riproduttivo.

L’effetto a valle più pressante che deve essere studiato è se gli effetti infiammatori derivanti dall’infezione virale nei tessuti testicolari e nell’epididimo hanno il potenziale per interrompere il processo di spermatogenesi e ulteriormente compromettere la vitalità degli spermatozoi“, coautore dello studio Shubhadeep Roychoudhury ha detto a Inverse.

Un terzo modo in cui Covid può danneggiare la fertilità maschile è l’infiammazione a livello di sistema che mette fuori combattimento i livelli ormonali.

Il quarto fattore è lo stress, che è noto per influire sulla salute sessuale e che è stato un problema per molti durante la pandemia.

Il Covid-19 può anche aumentare lo stress ossidativo del corpo, livelli elevati del quale possono influenzare la forma, il conteggio, la vitalità del seme maschile.

Gli studi suggeriscono che tra il 25 e il 60% delle persone infertili soffre di livelli molto più alti di ansia e depressione rispetto ai fertili e gli scienziati non sanno se lo stress o l’infertilità viene prima.

Gli uomini con infezione da SARS-CoV-2 dovrebbero ricevere consulenza psicologica in tempo per evitare paure irrazionali e stress eccessivo, poiché questi possono influenzare indirettamente la loro salute riproduttiva e il loro benessere“, ha detto il prof. Roychoudhury.

Il suo team ha affermato che i loro risultati sono “di natura preliminare” e saranno necessari molti più dati a lungo termine per stabilire quanto impatto ha il coronavirus sulla fertilità maschile e se questi effetti sono permanenti o meno.

Next Post

Archeologi confermano: La leggenda di Cortez è vera

La terribile leggenda delle atrocità che i conquistadores hanno commesso in Messico per ordine di Hernan Cortez ha trovato conferma archeologica: gli scienziati hanno scoperto i resti di donne e bambini di una città alleata degli Aztechi, uccisi dai conquistadores, che decisero così di vendicarsi l’assassinio dei loro compagni. Il […]
Archeologi confermano La leggenda di Cortez vera