Digiuno-terapia, indagato medico dopo la morte di una donna

Mentre la magistratura sta facendo il suo corso, cercando di chiarire le responsabilità di un medico omeopata che, rifiutandosi di prescrivere e far assumere antibiotici al suo paziente, ha provocato la morte di un bambino di soli 7 anni, in queste ore arriva la notizia di un altro medico indagato, con accuse ancora tutte da chiarire.

Quel che è certo è che una donna sarda di 57 anni è morta dopo essersi sentita male mentre stava seguendo una “digiuno-terapia” consigliatale da un medico perugino.

A sporgere denuncia è stato il marito della 57enne, che ha raccontato come alla moglie fosse stata prescritta una dieta per cui doveva bere solo acqua, ben tre litri, per 21 giorni e non mangiare. Oltre a questo la donna si è sottoposta a diverse sedute di agopuntura.

Il durissimo regime alimentare, se così si può definire data la mancanza di alimenti assunti, è stato prescritto un medico perugino specializzato. Per sottoporsi al quale la cinquantasettenne aveva appositamente raggiunto Perugia dalla Sardegna. Nella notte tra lunedì e martedì – si legge sulla Nazione – si è però sentita male in un residence nel quale la coppia alloggiava.

Affetta per di più da sclerosi multipla, nonostante i soccorsi medici non c’è stato nulla da fare.

Il medico-guru su internet pubblicizzava la digiuno-terapia come la “migliore delle diete per sconfiggere ed eliminare i più pericolosi nemici della nostra salute, cioè tutte le sostanze inquinanti e tossiche, sia esogene che endogene”.

La procura ha quindi aperto un’inchiesta per omicidio colposo e per stabilire un possibile nesso tra la morte e la dieta consigliata dal medico.

In attesa dell’autopsia, che stabilirà le cause certe della morte, è plausibile che la donna sia incorsa in iponatriemia, una condizione questa che si innesca quando la concentrazione di sodio nel sangue è bassa in modo anomalo.

Ciò si presenta in seguito a una cosiddetta “intossicazione da acqua”: in pratica quando una persona beve troppo nel giro di pochissimo tempo.

Loading...
Potrebbero interessarti

Liquirizia si ma attenzione alla pressione

Liquirizia si ma con moderazione, questa è la soluzione giusta per non…

Adolescenza e sexting, un fenomeno troppo esteso e pericoloso

Si chiama sexting e si estende a macchia d’olio, soprattutto fra i…