Il supercomputer cinese perde 77 terabyte di backup

Redazione

I file di ricerca degli scienziati dell’Università di Kyoto sono rimasti scioccati a causa di un errore nel sistema di backup del supercomputer Hewlett-Packard.

Un errore nel sistema di backup ha provocato la perdita di 77 terabyte di dati da un supercomputer installato presso l’Università di Kyoto in Giappone.

Lo riporta la pubblicazione Internet nel campo della sicurezza informatica Bleeping Computer.

L’incidente è avvenuto a metà dicembre, ma le informazioni sulla perdita di 34 milioni di file sono state pubblicate dall’università solo il 30 dicembre.

Il supercomputer cinese perde 77 terabyte di backup

Non è possibile restituire i dati per 14 gruppi di utenti.

Il processo di backup è attualmente sospeso. A gennaio, hanno promesso di riconfigurare l’algoritmo. L’università conduce ricerche nei campi della fisica, della chimica, della biologia, della farmacologia e dell’immunologia.

Le aziende digitali non smettono di lavorare sui computer quantistici. In precedenza è stato riferito che nel 2019, Google, utilizzando il processore quantistico Sycamore, composto da 54 qubit, ha completato un’attività in 200 secondi che richiederebbe alle macchine ordinarie circa 10 mila anni.

La seconda macchina a raggiungere la supremazia quantistica è stato il processore cinese Jiuzhang, che in 200 secondi ha completato un compito su cui i computer moderni più potenti avrebbero impiegato 1,5 miliardi di anni.

Next Post

Gli alieni potrebbero inviare bombe sotto forma di asteroidi

L’esperto militare, il professor Paul Springer (Paul Springer) ha affermato che gli alieni, prima di esplorare la Terra, possono inviarvi asteroidi, come ha riportato il Daily Star. Il professor Paul Springer dell’US Air Force Command and Headquarters College in Alabama ha rilasciato dichiarazioni incredibili durante un’intervista con The Sun Online. […]
Gli alieni potrebbero inviare bombe sotto forma di asteroidi