Il veganesimo è da considerarsi come una religione
Il veganesimo da considerarsi come una religione

Quante volte avete sentito deridere i vegani? Coloro che non mangiano prodotti animali e loro derivati sono stati vittime, negli anni, di battute, scherni, discriminazioni di ogni sorta, per la loro scelta che comunque nella stragrande maggioranza dei casi è di ordine etico.

Ma in queste ore è arrivata una sentenza subito definita storica per la sua portata:

un tribunale del lavoro britannico ha sentenziato che il veganesimo etico è in tutto e per tutto paragonabile a una religione o a un credo filosofico, e i suoi seguaci pertanto non possono essere sottoposti a discriminazione sulla sua base.

Veganesimo come una religione (Foto@Wikipedia)

Il caso era stato portato in tribunale da Jordi Casamitijana: l’uomo era impiegato presso la League Against Cruel Sports, organizzazione benefica a difesa degli animali e contro sport come la caccia alla volpe, alla lepre e al cervo, che però lo aveva licenziato per aver avanzato obiezioni sul fatto che il fondo pensioni dell’associazione stava investendo in società coinvolte in test sugli animali.

La League Against Cruel Sports, da parte sua, aveva respinto le accuse e ha spiegato di aver licenziato Casamitjana per “cattiva condotta”.

Ma a quanto pare il tribunale gli ha dato ragione: il veganesimo etico ha tutti i requisiti per essere ritenuto un credo filosofico o religioso.

Loading...
Potrebbero interessarti

Vulvodinia quando le donne dicono no a letto

Se è vero che, quando si tratta di intimità, sono tantissimi i…

Alcol, gli adolescenti italiani bevono di meno

Finalmente una buona notizia, che non può che far piacere a tutti,…