Lavarsene le mani, cosa significa esattamente?

Noi italiani siamo sempre proiettati al futuro, notoriamente furbi ed ingegnosi, ma allo stesso tempo siamo molto legati alle nostre origini popolari, che ci accompagnano costantemente.

Ognuno di noi conosce i motti ed i modi di dire della propria terra: ce n’è veramente uno per ogni occasione, dimostrando quanto i nostri avi fossero saggi.

Alcuni di questi proverbi sono semplici ed intuiti, altri ostici e con un senso ben differente dal significato letterale, altri ancora hanno un’origine incerta e controversa.

Prendiamo ad esempio il modo di dire “lavarsene le mani”: a cosa fa riferimento?
Il detto, per quanto riguarda il significato, vuol far riferimento ad una persona che sceglie di non prendere posizione e di lasciare la patata bollente in mano agli altri.

Secondo l’interpretazione che va per la maggiore, l’espressione fa riferimento ad un passo del Vangelo, in cui Ponzio Pilato, lavandosi le mani davanti al popolo, dichiarò di non essere responsabile della morte di Cristo.

Ma a quanto pare l’espressione fa riferimento anche a un “lavarsi” la coscienza, a non sentirsi in colpa per la scelta lasciata fare a qualcun altro: non avendo compiuto la scelta, è come se non si ci sentisse più imputabili per le conseguenze.

“Lavare” via è infine anche riferibile ai dubbi: una volta deferita la scelta, ci si tende a “dimenticare” il dilemma.

Potrebbero interessarti

Rita Fossaceca la dottoressa uccisa durante missione in Kenya

Si chiamava Rita Fossaceca ed era una dottoressa in missione per aiutare…

Un gemello nasce per primo, ma il secondo è più vecchio incredibile vicenda

Un gemello è nato per primo, ma l’altro è più vecchio come…