Farmaci, ecco quali avranno un ulteriore aumento

Ogni anno l’Istat certifica che un numero sempre crescente di italiani rinuncia a curarsi: non è trascuratezza, purtroppo, ma è l’incapacità materiale di far fronte concretamente alle spese di medici e soprattutto farmaci.

Farmaci che spesso, anche se essenziali, non vengono completamente sovvenzionati dal Sistema Sanitario Nazionale e che quindi i meno abbienti non riescono a comprare.
E la situazione è destinata ad aggravarsi ulteriormente: crescono infatti i prezzi dei farmaci di fascia C. I rincari, in media del 5,7% in parte sono già scattati e in parte arriveranno entro febbraio.

I farmaci di fascia C, quelli chiamati da banco, sono quelli acquistabili con ricetta ma a carico completo dei cittadini, e i rincari riguarderanno oltre 800 tipologie differenti.

Questi farmaci sono, tra gli altri, mucolitici contro il catarro, colliri e pomate a base di antibiotici per curare le congiuntiviti, ansiolitici e sonniferi, antidolorifici contro il mal di testa, antinfiammatori per i dolori muscolari, antistaminici contro asma e riniti allergiche.

In media si andrà a pagare quasi un euro in più a confezione: un aumento non da poco se si considera che già si spendono oltre 3 miliardi l’anno solo per questi farmaci.

Potrebbero interessarti

Caselle, maxi sequestro di farmaci di contrabbando

Nonostante il loro contrabbando non sia così comunemente noto come quello di…

Controllo glicemia e diabete con i germogli di broccoli

Meglio una cura naturale rispetto ad una legata a prodotti farmaceutici? Sicuramente…

Peperoni, cosa significano i diversi colori?

La maggior parte di noi, spesso più per “dovere” che per piacere,…

Depressione, due milioni e mezzo di italiani ne soffrono

Depressione e ansia sono problemi molto comuni che hanno un impatto sulla…