Le donne lesbiche e bisessuali sono più soggette ad infarti

VEB

Le nuove ricerche suggeriscono che le donne lesbiche e bisessuali potrebbero avere una minore probabilità di raggiungere punteggi di salute cardiaca ideali rispetto alle donne eterosessuali. Al contrario, gli uomini gay o bisessuali hanno ottenuto punteggi più alti rispetto ai loro coetanei eterosessuali, ma solo se vivevano in aree urbane.

Le donne lesbiche e bisessuali sono piu soggette ad infarti
Foto@Pixabay

Lo studio, pubblicato sul Journal of the American Heart Association, ha esaminato la salute cardiovascolare di adulti lesbiche, gay, bisessuali ed eterosessuali in Francia, utilizzando il set di comportamenti e fattori di stile di vita noto come Life’s Essential 8 dell’American Heart Association. Queste metriche promuovono l’attività fisica, una dieta sana, il sonno sufficiente, il controllo del peso, l’evitare il fumo e il monitoraggio dei parametri come la pressione sanguigna, il livello di zucchero nel sangue e il colesterolo.

Secondo l’autore principale dello studio, Omar Deraz, migliorare queste metriche rappresenta un’opportunità importante per prevenire i problemi cardiaci. Tuttavia, il suo studio evidenzia delle disparità nella salute cardiovascolare tra le diverse identità sessuali. Le donne lesbiche e bisessuali hanno mostrato punteggi più bassi per la dieta sana e la pressione sanguigna rispetto alle donne eterosessuali. Gli uomini gay e bisessuali che vivevano in aree urbane hanno ottenuto punteggi più alti rispetto agli uomini eterosessuali, ma quelli che vivevano in aree rurali avevano punteggi più bassi e meno probabilità di raggiungere una salute cardiovascolare ideale.

Le evidenze precedenti indicano che gli adulti LGBT hanno meno accesso all’assistenza sanitaria e tendono a ritardare i trattamenti rispetto agli adulti eterosessuali. Pertanto, è essenziale superare le barriere all’accesso all’assistenza sanitaria e migliorare la consapevolezza dei rischi di malattie cardiovascolari tra le minoranze sessuali.

Gli autori dello studio hanno citato prove precedenti che mostrano che le persone LGBT sperimentano una maggiore incidenza di depressione, tentativi di suicidio e rischio di malattie cardiovascolari. La discriminazione e la violenza alimentate dai pregiudizi e dai fattori di stress sociale possono portare a comportamenti malsani, come il consumo eccessivo di alcol, il fumo e uno stile di vita sedentario.

Le donne lesbiche riportano meno disturbi d’ansia e sintomi di depressione rispetto alle donne eterosessuali, ma in generale gli adulti LGBT riportano più frequentemente disturbi d’ansia, sintomi di depressione o tentativi di suicidio rispetto agli adulti eterosessuali.

L’American Heart Association ha sottolineato in una dichiarazione scientifica del 2020 che gli adulti LGBTQ affrontano significativi fattori di stress psicosociale che influiscono sulla loro salute cardiovascolare.

È importante notare che lo studio è stato condotto in Francia e i risultati potrebbero non essere direttamente applicabili ad altri paesi. Tuttavia, la ricerca è un passo importante per affrontare le disparità nella salute cardiovascolare e comprendere meglio le esperienze uniche delle minoranze sessuali.

Next Post

Incredibile fenomeno in India, piovono vermi

Il 16 maggio 2023, uno straordinario evento ha sconvolto gli abitanti dello stato indiano del Bihar. Le strade asfaltate sono state improvvisamente invase da un’enorme quantità di vermi bianchi, simili a larve. Le riprese video dell’incidente hanno suscitato sconcerto e orrore, mostrando una scena inquietante. Anche se il video mostra […]
Incredibile fenomeno in India piovono vermi

Possono interessarti