Modena, picchiata per aver lavorato solo 12 ore
Modena, picchiata per aver lavorato solo 12 ore

La legge sancisce l’uguaglianza tra uomo e donna in tutti gli ambiti, dalla famiglia al lavoro. Marito e moglie hanno, almeno sulla carta costituzionale, uguali diritti e doveri, come anche lavoratori e lavoratrici hanno diritto a svolgere le stesse mansioni con il medesimo corrispettivo.

La realtà purtroppo è ben diversa: la donna è ancora troppo spesso vista come “proprietà” dell’uomo, a cui deve obbedire senza diritto di replica.

Lo testimonia tristemente una storia che viene da Modena: un cittadino cinese di 38 anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Medolla, a Concordia Sulla Secchia, in provincia di Modena, per aver picchiato la moglie, accusandola di aver “lavorato solo dodici ore” nel corso della giornata.

I carabinieri sono intervenuti sul posto intorno all’una di notte a seguito delle segnalazioni di alcuni passanti che hanno notato la vittima scappare a piedi spaventata in strada dopo le botte del marito e hanno appunto dato l’allarme.

La violenza, oltretutto, sarebbe anche avvenuta sotto gli occhi dei tre figli minori della coppia.

foto@MaxPixel

Potrebbero interessarti

Napoli, sciame sismico dovuto al Vesuvio?

Sorvegliato speciale da molti decenni, il Vesuvio è il re incontrastato del…

Terzigno, donna uccisa in strada da diversi colpi di pistola

E’ ancora presto per escludere alcun movente o conoscere l’esatta dinamica del…

Roberta Pinotti, nell’Isis militano anche diversi italiani

Il Nuovo Stato Islamico, il famigerato Isis, sta portando terrore in terre…

Militare accusato dello stupro della 16enne continua a negare

Era in servizio a La Spezia Giuseppe Franco, 31 anni, originario del…