Polimeni è il nuovo commissario per la Sanità in Campania

La sanità campana non è delle più efficienti, purtroppo, e certamente ciò non è dovuto alla scarsa professionalità o competenza dei medici, ma alla macchina burocratica gestita male per troppi anni, che ha portato alla situazione odierna che definire tragica non è certo esagerare.

Tantissime strutture costrette a chiudere, ospedali sovraffollati, i pronto soccorso allo stremo, file fino a due anni per esami salvavita: a tutto questo dovrà far fronte Joseph Polimeni, attuale direttore generale della Asl di Lucca, appena nominato nuovo commissario per la Sanità in Campania.

“L’obiettivo che ho dato sia al commissario che al subcommissario è quello di fare di tutto per far uscire la Campania dal piano di rientro dei prossimi due anni, sia dal punto di vista dell’equilibrio finanziario sia dal punto di vista dei livelli essenziali di assistenza”, ha spiegato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, commentando la nomina di Joseph Polimeni e Claudio D’Amario a commissario e subcommissario della sanità in Campania.

«Finalmente la Campania commissariata ha un commissario. Sono serviti sei mesi al Governo per riuscire a individuarlo e procedere con la nomina», il primo commento invece del segretario regionale Anaao Assomed, Bruno Zuccarelli, ex presidente dell’Ordine dei medici di Napoli, sulla nomina di Polimeni.

La sanità in Campania – ma anche in altre regioni – è commissariata dal 2007, da quando è entrata nel piano di rientro del debito. Effetto delle spese pazze degli anni precedenti, di un crac annunciato e poi effettivamente avvenut

Next Post

Medici in sciopero il prossimo 16 dicembre

Il prossimo mercoledì sarà un altro giorno nero, ed una volta tanto non per i trasporti: a scioperare il prossimo 16 dicembre sarà infatti il personale medico. A proclamare lo sciopero sono state quasi tutte le sigle sindacali: Anaao Assomed, Cimo, Aaroi-Emac, Fp Cgil Medici, Fvm, Fassid, Cisl Medici, Fesmed, […]