Pumo, ecco cos’è il classico portafortuna pugliese

Paese che vai tradizione che trovi, certo, ma anche e soprattutto arte e artigianato che rappresentano la vera essenza e rappresentazione di un luogo.

Chi mai andrebbe a Napoli e ne tornerebbe senza il classico corno rosso o a Parigi senza comprare la più classica statuina rappresentante la Torre Eiffel?

Quando si va in Puglia, invece, non si può fare a meno di acquistare e portarsi via un “Pumo”, ma esattamente di cosa si tratta?

Il pumo è una vera e propria opera d’arte, realizzata tradizionalmente a mano ed in ceramica, e che rappresenta un bocciolo circondato da foglie d’acanto che simboleggiano la primavera e la rinascita della natura, simbolo di energia e rinnovamento.

Per secoli il pumo ha rappresentato un simbolo di ricchezza e di distinzione sociale: questo elemento decorativo abbelliva infatti in primis le case dei più ricchi, e soprattutto era decorato in modo più particolare e ricco.

Col passare del tempo ha perso la sua aurea di segno distintivo, ma ancora oggi è considerato un elemento portafortuna e persino benaugurante: non a caso moltissimi sposi pugliesi lo scelgono come propria bomboniera di nozze.

Next Post

Pendolari, niente risarcimento per il troppo stress

Quante volte, per andare a scuola, all’università o al lavoro ci siamo dovuti sorbire ore e ore stipati in treni e pullman stracolmi, spesso poco puliti e ancora meno sicuri? Se è vero che non è certo un bel modo per iniziare o per chiudere una giornata, lo stress che […]