Salute delle donne, una giornata insieme al Ministro Lorenzin

Eleonora Gitto

La seconda Giornata Nazionale per la Salute delle Donne è stata celebrata insieme al Ministro Beatrice Lorenzin e a madrine d’eccezione.

L’iniziativa partorita dal Ministero per la Salute è importante. L’incontro si è celebrato sabato 22 proprio presso la sede del Ministero.

Dice Beatrice Lorenzin, commentando soddisfatta la giornata: “Vorrei che il tema della salute della donna non fosse retorico. Bisogna metterlo al centro innanzitutto riconoscendo il concetto di medicina di genere. Nella storia sono successe tante cose, ci sono state battaglie politiche per la condizione femminile, ma anche per il riconoscimento dell’oggettività scientifica”.

“Da poco si è acquisito il concetto che uomini e donne sono diversi, e che serve tarare la medicina su di noi, e si è ancora restii a investire in ricerca sulle donne. La sfida di non far ammalare le donne, passa attraverso le donne”.

“Soltanto da poco si è riconosciuto quello che è evidente, e cioè che noi donne siamo diverse dagli uomini, abbiamo una biologia e una fisiologia diversa, oltre che un sistema ormonale che funziona in maniera diversa, non fosse altro perché diventiamo madri”.

“E questo necessita di tarare i farmaci su di noi e di fare ricerca specifica per la medicina di genere. Sono stati fatti grandi progressi grazie anche all’oncologia su alcune patologie tipiche delle donne, come il cancro al seno o al collo dell’utero ma ancora si è restii a investire nella ricerca sulle donne. La maggior parte dei farmaci viene, infatti, testata sugli uomini, eppure abbiamo posologie e necessità diverse”.

“Questo è stato un elemento che come Ministro ho inserito all’interno dell’agenda non solo italiana ma anche europea e che porterò al G7. Quello di valorizzare la donna e prendersi veramente cura nel modo più specifico e preciso possibile della nostra salute, infatti, credo sia un fattore di grandissima importanza”.

Dal canto suo, una delle madrine presenti, la ballerina e attrice Alessandra Martines, ha tenuto ha sottolineare: “Faccio parte della Lega per il latte, che è un’associazione che promuove l’allattamento nel mondo e sostiene psicologicamente le madri che vorrebbero allattare, ma magari non sanno come o hanno timori spesso infondati. L’allattamento è assolutamente fondamentale, oltre che per la simbiosi con il neonato, che viene prolungata in questo modo, anche proprio per trasmettere gli anticorpi al piccolo e per prevenire, tramite l’allattamento, il pericolo del tumore al seno”.

“Certo, non è sufficiente questo, perché è importante anche la prevenzione. Personalmente io faccio la mammografia ogni anno”.

Un’altra madrina della manifestazione, la cantante Dolcenera, ha detto: “La giornata per la salute delle donne serve a sensibilizzare sul fatto che bisogna prendersi cura della donna, che è diversa dall’uomo, e non è una giornata che poi finisce qui; l’iniziativa continua anche online, con gli esperti del Ministero”.

Next Post

Bibite zuccherate fanno male al cervello attenzione anche alle bibite diet

Nuovo allarme alimentare e stavolta sotto accusa sono le bibite zuccherate e le bevande diet, entrambi questi prodotti fanno male al nostro cervello. A dare la notizia che il consumo eccessivo di queste bibite provoca danni al cervello sono due studi che arrivano da oltreoceano. Secondo questi studi dell’Università di […]
Bibite zuccherate fanno male al cervello attenzione anche alle bibite diet