Trono Classico: Marco Cartasegna e Federica Benincà si lasciano

Redazione

Nei giorni passati ha tenuto banco la presunta crisi tra Marco Cartasegna e Federica Benincà.

I due erano stati avvistati, chi con amici e chi da solo, fatto sta che non sembravano più quella coppia innamorata dei primi tempi, ad un commento sui social lo stesso Marco aveva glissato l’argomento rispondendo: adesso non posso parlare.

A distanza di poco tempo è arrivata purtroppo la conferma: i due si sono lasciati ed è proprio di queste ore la spiegazione di Marco il quale sul suo profilo Facebook ha dichiarato quanto segue:

“Vi devo questa spiegazione, scusate la tardanza ma le cose non erano chiare nemmeno per noi. Sono triste, triste perché ho perso una persona che davvero vale molto. Se torno indietro e ripenso ai momenti che abbiamo vissuto insieme durante il programma, mi si gonfia il cuore. Non so nemmeno io cosa non abbia funzionato tra di noi. Due persone si vogliono, si piacciono, si desiderano ma poi devono scontrarsi con la quotidianità, con la vita reale. Perché sia Fede che io abbiamo una nostra vita che amiamo. La partecipazione al programma è stata solo una tappa, non abbiamo partecipato con la speranza di una nuova vita sotto i riflettori. Siamo tornati alle nostre vite, alla nostra quotidianità e lì non ci siamo trovati. Fede è una ragazza stupenda, se tornassi indietro la sceglierei altre 100, 1.000 volte, perché il mio sentimento era ed è vero, e sono sicuro che lo sia anche il suo. Oggi questa è la realtà dei fatti, domani, non lo so neanche io. Ti voglio bene Fede.

Ci spiace molto per questa rottura tra i due perché sembravano davvero molto affiatati ed innamorati, lasciamo voi i commenti.

Next Post

Pedopornografia, allarme per le foto dei nostri bambini sui social

Oramai sembra scontato, in quasi tutte le occasioni, dalla festa di compleanno al pranzo in famiglia, dalla gita scolastica al pic nic in spiaggia, non solo scattare decine di foto, ma anche condividerle in tempo reale sui social. In pochissimi però si preoccupano del “destino” di queste foto: purtroppo, come […]