Combatte l’Acne con la pipì del suo cane
Acne una giovane la combatte bevendo pipi del suo cane

Ammettiamolo molti di noi hanno provato qualsiasi tipo di soluzione in nome della bellezza, in particolar modo quando si soffre di problemi di pelle dalle reazioni allergiche ad infiammazioni o semplici difetti è la nostra pelle che cerca di dirci qualcosa. Nel corso degli anni abbiamo sentito di tutto: maschere di yogurt, i benefici del carbone attivo e la lista potrebbe continuare all’infinito; ma se qualcuno ti dicesse che l’urina era la soluzione magica? Qualcuno la proverebbe? la risposta è “si” perchè si tratta di una terapia reale ma l’episodio che raccontiamo ha qualcosa di ancor più “anomalo”. 

Soprattutto giovani e giovanissimi sono attentissimi al proprio aspetto, col corpo che cambia in fretta e sovente presenta delle imperfezioni che basterebbe aspettare per veder sparire quasi naturalmente.

Tra i problemi che più affliggono gli adolescenti c’è senza dubbio l’acne, un processo infiammatorio che colpisce ghiandole pilo-sebacee e follicoli piliferi.

L’acne interessa generalmente il viso ma spesso compare anche su torace e schiena; si tratta di una malattia molto diffusa, che colpisce sia donne che uomini dall’adolescenza all’età adulta. Può manifestarsi nei soggetti predisposti in seguito a variazioni dei livelli ormonali o durante i periodi di forte stress e non va trascurata poiché può peggiorare e lasciare segni indelebili sulla pelle.

Esistono in farmacia ed erboristeria diversi prodotti clinicamente testati ed efficienti, ma tanti preferiscono usare prodotti naturali o affidarsi al fai da te.

Vegetali come i cetrioli, le fragole e i pomodori, ad esempio, sono i più indicati per effettuare maschere efficaci contro l’acne: è sufficiente applicare per circa venti minuti delle fette di cetriolo o una purea di fragole o pomodori sulle zone colpite dall’acne.

L’acido salicilico, invece,  si estrae dalla corteccia del salice (Salix nigra) e ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e rigeneranti. Applicato sulla pelle, l’acido salicilico ha un effetto esfoliante e rigenerante e aiuta a eliminare i segni e le cicatrici causate dall’acne.

Anche il limone è un valido alleato per chi soffre di acne perché è un buon disinfettante naturale; inoltre, grazie alle sostanze acide in esso contenute, il limone aiuta a schiarire la pelle e a rendere meno evidenti i segni scuri lasciati dall’acne.

C’è inoltre chi applica argilla, chi si dedica all’aromaterapia, chi consiglia i fiori di Bach ma i rimedi consigliati e sperimentati sono veramente tanti ed alcuni anche molto curiosi, quando non proprio estremi.

Acne la ragazza che si cura con la pipì del cane

Acne la ragazza che si cura con la pipi del cane
@Facebook

Ma esiste addirittura una ragazza che beve tutti i giorni l’urina del suo cane per contrastare l’acne: la notizia choc è riportata dal Daily Mail.

«Molti di voi mi hanno chiesto come faccio ad essere sempre così bella, come il mio trucco sia sempre perfetto, o come faccio ad avere questo bagliore naturale», spiega la ragazza americana, che però non dice il nome,  in un video in rete e poi mostra il suo segreto di bellezza.

La ragazza nel video, che è diventato immediatamente virale mostra una scena che è risultata disgustosa ai più: nello specifico raccoglie da terra con un bicchiere la pipì del suo cane e la beve.

Spiega in maniera davvero molto semplice come fosse una cosa normale: “Prima di prendere questa abitudine ero depressa e piena di acne. La pipì del cane contiene vitamina A, vitamina E e ha 10 grammi di calcio. E’ dimostrato che aiuta anche a curare il cancro”.

Naturalmente medici e specialisti non sembrano essere d’accordo con la ragazza, se non altro perché sembra che le tossine e gli acidi che si trovano all’interno potrebbero causare dei problemi di salute non indifferenti.

“È un concetto bizzarro”, afferma Zaki Almallah, consulente urologo del BMI Priory Hospital di Birmingham. “I reni filtrano il sangue e qualsiasi liquido in eccesso, e vengono espulsi sali e minerali. Lo scopo dell’urinare è quello di liberare il corpo dalle sostanze di scarto. Allora perché dovresti riassorbirle?”, si domanda il professionista. “L’unico caso nel quale si consiglia di bere urina è qualora ci si trovi bloccati senza cibo o acqua per molti giorni”.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Per i ricercatori britannici l’Alzheimer è trasmissibile

L’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa purtroppo ancora molto oscura: non essendo ancora…

Sigarette elettroniche contengono metalli tossici?

Nate come alternativa alle tradizionali bionde, negli ultimi mesi si stanno moltiplicando…

Il cervello dei cani prova a comprendere il linguaggio umano

Vi è mai capitato di parlare col vostro cane, convinti che lui…

Pandoro, ecco le origini del celeberrimo dolce natalizio

Ormai ovunque c’è aria di Natale: gli addobbi hanno riempito case, strade…