Acqua sulla Luna, potrebbe provenire dalla Terra

Redazione

La nuova ipotesi collega la presenza di acqua sulla Luna con l’azione del “vento terrestre” – un flusso di particelle lanciato qui dalla magnetosfera del nostro pianeta.

L’origine dell’acqua sulla Luna rimane un mistero. Se l’acqua finisse su un satellite dopo la caduta di comete di ghiaccio, evaporerebbe rapidamente a causa della mancanza di un’atmosfera in grado di trattenere l’umidità.

Secondo una delle nuove promettenti ipotesi, i protoni del vento solare raggiungono la sua superficie, che non è protetta né dall’atmosfera né dalla magnetosfera, come la nostra Terra. Qui interagiscono con gli ossidi nella composizione dei minerali, formando nuove molecole d’acqua e reintegrando costantemente l’apporto di umidità che evapora nello spazio.

Acqua sulla Luna potrebbe provenire dalla Terra

Quindi, durante i periodi in cui la Luna viene riparata brevemente dal vento solare, la quantità di acqua sulla sua superficie dovrebbe diminuire. Le simulazioni al computer prevedono che in pochi giorni intorno alla luna piena, quando un satellite passa attraverso la lunga “coda” allungata della magnetosfera terrestre, il contenuto di acqua dovrebbe diminuire notevolmente alle alte latitudini.

Questo processo è stato rivisto dagli autori di un nuovo articolo pubblicato su Astrophysical Journal Letters. Utilizzando i dati raccolti dalla sonda lunare giapponese Kaguya, hanno registrato i cambiamenti nel flusso del vento solare, “lavando” il satellite. E le osservazioni dell’apparato indiano Chandrayaan-1 hanno aiutato a valutare la distribuzione dell’acqua nelle regioni circumpolari. Tuttavia, i risultati si sono rivelati piuttosto inaspettati: non si verificano variazioni significative nella quantità di ghiaccio nei giorni prescritti.

Pertanto, gli scienziati hanno avanzato un’altra ipotesi per l’origine dell’acqua sulla luna, non correlata agli effetti del vento solare. Il fatto è che la magnetosfera terrestre è anche in grado di dirigere i protoni e “innaffiare” la superficie lunare con non meno particelle del vento solare: sebbene non così fortemente accelerato. Il flusso contiene sia protoni che ioni di ossigeno dagli strati superiori dell’atmosfera terrestre. Questo “vento terrestre” potrebbe essere sufficiente per formare nuove molecole d’acqua sulla luna.

Next Post

Bill Gates: Prosegue il progetto per oscurare il Sole

Il fondatore di Microsoft, Bill Gates, si prepara a realizzare un progetto su larga scala volto a “oscurare” il sole. Gli scienziati dell’Università di Harvard aiuteranno a dare vita all’idea del miliardario. Gli autori dello studio intendono testare l’ipotesi che il processo di riscaldamento globale del pianeta possa essere influenzato dalla […]
Bill Gates il nuovo progetto per fermare il Sole