Addio al cantautore romano Enzo Carrella

Il mondo della musica italiana è costretta a dire addio a un altro suo bravo autore, un outsider che ha saputo, senza mai integrarsi completamente in un mondo per lui fin troppo commerciale, dei pezzi che resteranno nella storia della musica contemporanea.

Nella giornata di martedì è morto a Roma il cantautore romano Enzo Carella. L’uomo, dopo un lungo ricovero in un ospedale romano all’interno del reparto di terapia intensiva è deceduto per un arresto cardiaco.

L’artista era conosciuto dal pubblico italiano soprattutto per un celebre brano sanremese del 1979, “Barbara”, che arrivo secondo nella manifestazione.

“A lanciarlo fu Vincenzo Micocci” ha ricordato all’Ansa Michele Mondella, storico promoter musicale e amico personale di Carella, paragonato musicalmente a Lucio Battisti “grazie anche ai testi di Panella che già all’epoca erano erotici, esoterici, visionari. Gli piaceva sperimentare: inventò un modo di cantare assolutamente originale per quegli anni che colpì anche Arbore, che spesso proponeva i suoi brani ad Alto gradimento. Era tra i numeri uno della musica”.

Con “Fosse Vero” Enzo Carella fa il suo ingresso nella musica italiana, nel 1972, e dà il via al sodalizio con Pasquale Panella. L’album, “Vocazione”, arriva un anno dopo, al suo interno c’è “Malamore”, singolo che lo rende popolare.

Enzo sperimenta, liberamente. Canta a modo suo, suona a modo suo. Il precoce Carella in quegli italiani anni 70, se ne frega e gioca d’anticipo. Alla fine dei Settanta, con tre album tra il 1977 e il 1981 (It e Rca, entrambe rigorosamente romane) tocca l’apice. E poi quel secondo posto a Sanremo, con “Barbara”, nel ’79.

Poi il silenzio:  torna nel 2007 con “Ahoh Yé Nanà”. Ma non si fa nemmeno in tempo a dire “Bentornato Enzo” che il silenzio ripiomba sulla sua casa di Spinaceto.

Next Post

Supergirl The flash, Arrow e Gotham trame 28 febbraio 2017

Trame tv dei telefilm ispirati ai supereroi. Ogni martedì su Italia 1 c’è la maratona dei telefilm: si inizia con Supergirl con protagonista Kara la cugina di Superman, poi si prosegue con The flash, Arrow e infine Gotham. Solamente un episodio a testa viene trasmesso per non andare troppo per […]