Amsterdam: tassa di 50€ e zona a luci rosse fuori città
Amsterdam tassa di 50 e zona a luci rosse fuori citta

Amsterdam sta prendendo in considerazione l’idea di un passaporto di 50 euro e la “zona a luci rosse” fuori città per i turisti.

Ai visitatori che desiderano recarsi nella capitale olandese di Amsterdam potrebbe presto essere chiesto di pagare 50 euro per un passaporto per rimanere lì e visitare la città, e potrebbero essere in grado di visitare un ‘il famoso quartiere a luci rosse con bar aperti tutta la notte e “caffetterie” di cannabis, fuori città.

Queste idee sono state considerate come un modo per far aumentare il turismo nella città olandese dopo che il sindaco Femke Halsema ha valutato l’ipotesi di proteggere la vita dei residenti.

Il sindaco Halsema ha parlato di migliorare la qualità della vita per coloro che vivono in città e per anni ha dovuto sopportare le orde di turisti che affollano a causa della reputazione di Amsterdam come città delle feste senza limiti.

Naturalmente, la città beneficia di questo turismo e, prima della pandemia di coronavirus, Amsterdam ha accolto nove milioni di turisti e portato tra i tre e i 10 miliardi di euro di introiti.

Tuttavia, una petizione per ulteriori restrizioni da imporre all’industria del turismo ha ricevuto 27.000 firme nel giro di pochi giorni, portando a un referendum pubblico sulla questione.

La bellissima Amsterdam potrebbe richiedere una tassa per visitarla.

La pandemia di coronavirus ha fatto però capire che i soldi del turismo sono importanti per l’economia, ma le autorità che discutono sul futuro del turismo nella città, ritengono che i nuovi “passaporti” potrebbero aiutare a riparare il declino economico senza tornare al turismo di prima.

Il passaporto consisterebbe in cinque buoni da 10 Euro per varie istituzioni culturali della città e alla fine – dopo un periodo di prova – diventerebbe obbligatorio per chiunque desideri pernottare in città.

Idealmente, questo scoraggerebbe i turisti edonisti che si dirigono ad Amsterdam a trarre vantaggio dai loro atteggiamenti di “libertà assoluta”, ma garantirebbe che, anche se questa è la ragione della visita, i turisti possano contribuire finanziariamente alle istituzioni culturali della città.

Un’altra idea, portata avanti dallo storico David de Boer all’Università di Amsterdam, è quella di impedire ai turisti di trasformare Amsterdam in un parco a tema costruendo un parco a tema appositamente progettato fuori dalla città proprio per questo.

Il sindaco Halsema ha già sostenuto che le prostitute dovrebbero essere trasferite dal centro della città alla periferia, ma de Boer vuole che il sito proposto includa cose come canali e case a due spioventi per una “esperienza di Amsterdam“.

foto@Flickr

Loading...
Potrebbero interessarti

Natale: va a cena dalla cognata, ma i risvolti sono assurdi

Una mamma ha deciso di “fare a pezzi” la cognata raccontando tutto…

Obama, nucleare: rimuovere subito le sanzioni all’Iran

Per il Presidente statunitense Barak Obama si devono assumere da subito le…