Anabolizzanti, maxi sequestro presso una palestra
anabolizzanti maxi sequestro palestra

Una notizia di cronaca, certo, ma che porta ad una riflessione molto più profonda: perché anabolizzanti e farmaci vietati dalla legge sono ancora così diffusi nelle palestre, non solo tra i professionisti del settore, e si continuano a sottovalutare gli effetti drastici che possono esserci per la salute?

Stavolta è stato un 38enne istruttore in una palestra ad essere stato denunciato dai Carabinieri per ricettazione e violazione sulla legge sui farmaci dopanti nonchè importazione illegale di farmaci da paesi esteri.

L’istruttore è stato trovato in possesso, dopo un controllo della sua palestra regolarmente affiliata alla Federazione italiana pesistica, di una serie di steroidi anabolizzanti.

In dettaglio, i militari hanno rinvenuto 140 compresse da 10 mg di Danabol, 60 da 40 mg di Clembuterolo, 10 fiale da 250 ml di testosterone, 80 compresse da 50 mg di Citomed, una fiala da 5 mg di Bio peptide. Tutti questi farmaci, sequestrati, sulle scatole riportavano dati identificativi in lingua straniera e sono sprovvisti di autorizzazione all’immissione in commercio in Italia.

Sono in corso ulteriori controlli, per accertare agibilità ed autorizzazioni dell’attività. Intanto. Il materiale trovato dai militari è stato posto sotto sequestro, in attesa dei riscontri  dei Nas.

Per chi non ne fosse a conoscenza, uno steroide anabolizzante è una sostanza con azione biologica simile a quella esercitata dal testosterone, un ormone sessuale tipicamente maschile.

Anabolizzanti maxi sequestro presso una palestra

Il termine  “anabolizzanti” si riferisce alla loro capacità di accelerare i fenomeni anabolici, dati dall’insieme dei processi di sintesi di proteine, carboidrati, lipidi e costituenti cellulari in genere. La scienza farmacologica applicata al settore degli steroidi anabolizzanti ha permesso di ottenere farmaci che, oltre ad essere prodotti a costi inferiori, esaltano le proprietà anaboliche degli ormoni naturali, limitando al tempo stesso gli effetti indesiderati.

L’utilizzo degli steroidi anabolizzanti in ambito sportivo è tipico degli sport di potenza (sollevamento pesi, gare di sprint, lotta, ecc.) e in minor misura di quelli misti nei quali, oltre alla forza pura, è necessario possedere una buona resistenza di base.

Gli steroidi anabolizzanti consentono agli atleti di guadagnare più rapidamente la massa muscolare quando praticano diversi tipi di sport. Molti atleti credono che i loro successi siano dovuti esclusivamente all’uso di steroidi.

Tra gli anabolizzanti di origine steroidea più usati nel doping con lo scopo quindi di migliorare le proprie performance sportive, ritroviamo certamente il plurinominato testosterone.

Gli effetti collaterali derivanti dall’utilizzo degli steroidi anabolizzanti sono dovuti soprattutto a una delle caratteristiche principali di queste sostanze, l’androgenicità; questi effetti riguardano soprattutto danni al fegato, al sistema cardiovascolare e all’apparato genitale, disturbi dell’umore e aumento dell’aggressività. Assumere steroidi anabolizzanti equivale cioè a introdurre nell’organismo una “bomba” che non si sa quando e come scoppierà: solo un inguaribile ottimista può essere così irresponsabile da pensare che “nel suo caso la bomba non scoppierà mai”.

Il primo caso registrato ufficialmente dell’uso del doping da atleti anabolizzanti effetti collaterali in competizioni risale al 1865. Da quel momento, l’epidemia di doping cominciava a diffondersi. Le conseguenze negative di esso non ci sono volute molto tempo per aspettare. Già nel 1866, nei concorsi, è stato registrato il primo caso mortale associato al doping. Il conto delle vittime del doping è stato aperto e ha continuato a crescere in modo costante.

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Campania, tasso altissimo di bambini sovrappeso e obesi

Molti studi, più o meno recenti, hanno messo in relazione l’obesità alle…

Vaccini e scuola, già “scoperti” 500 mila bambini fuorilegge

Senza neanche troppa sorpresa, in queste ore si apprende che sono tantissimi…

Padova, caos in ospedale per troppe infermiere in maternità

Le donne hanno lottato per anni per avere maggiori diritti in ambito…

Le bucce di mele per combattere l’invecchiamento muscolare

Una mela al giorno toglie il medico di torno: un vecchio detto…