Apple Pay, il servizio approda in Italia il 17 maggio
Apple Pay, il servizio approda in Italia il 17 maggio

Ormai sembra quasi certo: il servizio di pagamento contactless e online Apple Pay, domani, 17 maggio dovrebbe approdare anche in Italia.

L’arrivo di Apple Pay nel Belpaese è stato annunciato da qualche settimana ma è di poche ore fa la segnalazione delle attività commerciali compatibili da parte delle app Mappe di iOs e macOS. Segno inequivocabile che il servizio sta bussando alla nostra porta.

D’altra parte Apple ha pubblicato in rete anche un’apposita pagina di presentazione del servizio di pagamento che include l’elenco dei partner che hanno aderito.

Certo, da Cupertino non hanno mai fatto menzione di un’eventuale data del lancio italiano, la qual cosa aveva fatto ipotizzare a MacRumors che l’annuncio potesse essere fatto durante la WWDC, The Apple Worldwide Developers Conference 2017, che si terrà a San Jose, California, dal 5 al 9 giugno.

Invece, a quanto pare, tutto lascia presagire che si potrà cominciare a usufruire del servizio molto prima di tale data.

E’ stato MacPost.it a ipotizzare che domani potrebbe esserci in Italia l’avvio di Apple Pay.

Dallo stesso sito apprendiamo che le Mappe di iOS fra gli esercizi che accetteranno i pagamenti con iPhone e Apple Watch, c’è anche la catena Esselunga.

A confermare per domani il probabile arrivo di Apple Pay, sono stati i tanti utenti che durante tutto pomeriggio odierno hanno continuato a segnalare gli store online che si stanno adeguando al sistema introducendo anche il pagamento con Apple Pay.

Ma come funziona il sistema? Apple Pay, in pratica trasforma l’iPhone e l’Apple Watch in piccoli portafogli digitali.

Tutti i possessori di una carta di credito Visa e Mastercard potranno registrare i loro dati nell’account di Apple per pagare in modalità wireless, semplicemente avvicinando iPhone e Apple Watch ai normali Pos già presenti nei negozi.

Sono gli stessi che da anni ci permettono di pagare la merce acquistata, accostando ai lettori le carte di credito e i bancomat di nuova generazione, con il simbolo delle antennine al fianco del chip.

In Italia Apple Pay sarà supportata da Unicredit, Carrefour Banca e Boon.

Affinché il sistema funzioni, bisognerà aggiungere la carta di credito all’applicazione Wallet, che includerà la sezione Pay. La registrazione è immediata. P

er dare luogo a procedere, però, la Banca deve prima verificare la correttezza dei dati.

Ogni utente potrà registrare un massimo di otto carte per ogni portafoglio e dovrà farlo per ogni dispositivo a disposizione.

In pratica, chi possiede anche un Apple Watch, dovrà inserire la carta nella sezione Wallet e Apple Pay dell’app Watch sull’iPhone abbinato.

La differenza tra i due dispositivi è che per concludere l’acquisto con lo smartphone ci si dovrà autenticare con il Touch ID, cioè la lettura delle impronte impostate in precedenza sul telefono, mentre con l’orologio si dovrà cliccare due volte sul pulsante a rotella che si trova sul fianco.

Potrebbero interessarti

Oculus wireless, arriva il nuovo visore senza fili

Sarà wireless il nuovo fantastico visore senza fili Oculus. Non ci sarà…

Volkswagen, arrivano le Golf TSI con molte sorprese

Arrivano le nuove Volkswagen Golf TSI con molte sorprese. La Golf è in realtà una…