Arabia Saudita: I divorzi aumentano dopo la quarantena
Arabia Saudita I divorzi aumentano dopo la quarantena

I divorzi sono aumentati del 30% in Arabia Saudita dopo che la quarantena ha scoperto mariti poligami.

La maggior parte delle donne che hanno chiesto il divorzio dai loro mariti poligami erano dipendenti, donne d’affari, donne di spicco nella comunità e dottoresse.

I divorzi in Arabia Saudita sono aumentati del 30% nel mese di febbraio dopo la quarantena durante la pandemia di coronavirus che ha portato molte mogli a scoprire che i loro mariti avevano altre mogli, famiglie, amanti.

È stato riferito a febbraio che i matrimoni all’interno del regno erano aumentati del 5% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, con 13000 matrimoni che erano stati condotti e 542 registrati online.

Il numero di divorzi in quel mese, tuttavia, era ad un record di 7.482, con un aumento del 30% delle richieste di divorzi e “khula” – il processo islamico in cui una donna può divorziare dal marito. L’annullamento è anche un’opzione per le donne, in particolare nei casi in cui dimostrano di essere state danneggiate dal marito.

Arabia Saudita I divorzi aumentano dopo la quarantena

Citando le statistiche del ministero della Giustizia saudita,  Gulf News ha  osservato che il 52% delle richieste di divorzio e casi di quel mese provenivano dalle città della Mecca e dalla capitale Riyad. Ha anche osservato che la maggior parte delle donne che hanno chiesto il divorzio dai loro mariti poligami erano dipendenti, donne d’affari, donne di spicco nella comunità e dottoresse.

L’avvocato saudita Saleh Musfer Al-Ghamdi ha riferito al sito che nel giro di due settimane durante quel mese, da solo aveva ricevuto cinque richieste di divorzio dalle mogli. “Tra loro c’è un medico che ha scoperto che suo marito si era sposato segretamente con un residente arabo“, ha detto Al-Ghamdi.

La poligamia, la pratica di prendere più di una moglie, è legale nella religione dell’Islam e il suo status legale differisce tra i paesi a maggioranza musulmana. Mentre è legale negli stati del Golfo Arabo, è illegale in altri paesi come la Turchia e la Tunisia, e la pratica è stata a lungo oggetto di dibattito ed etichettata come una questione di diritti delle donne.

È stato anche molto politicizzato, con Israele che prende di mira la pratica e  reprime la sua azione nelle sue comunità arabe e musulmane , principalmente come metodo per ridurre la crescente demografia araba, consentendo allo stesso tempo  la pratica per gli ebrei israeliani al fine di aumentare la demografia ebraica. Per legge, tuttavia, la poligamia è illegale in Israele dal 1977, sebbene le autorità abbiano in gran parte chiuso un occhio su questa pratica.

Loading...
Potrebbero interessarti

Test: Orologio rotto, riesci a risolvere il quiz?

Prova a risolvere questo quiz basato sulla tua capacità di ragionamento. “L’orologio…

Ritorno al futuro, l’incredibile teoria di alcuni fan

Il cattivo Biff Tannen avrebbe intrapreso azioni drastiche dopo che Marty McFly…