Archeoastronomia, a Sassari un convegno bellissimo
Archeoastronomia, a Sassari un convegno bellissimo

A Sassari si è svolto un bellissimo convegno di Archeoastronomia.

L’Archeoastronomia non è una scienza nuova, tuttavia non tutti la conoscono.

Si conosce di più ovviamente, l’astronomia in quanto tale, e qualche volta anche la storia dell’astronomia, ma raramente ci si addentra nel mondo della storia antica fino a cercarne e scoprirne i risvolti di natura astronomica e astrologica.

Gli antichi Egizi, gli Incas, le popolazioni mesopotamiche, le civiltà dell’Egeo, gli abitanti preistorici dell’Irlanda e dell’Inghilterra: tutti questi in qualche maniera legavano la vita terrena a quella del cielo.

E conseguentemente lo studiavano e accordavano la loro vita agli eventi celesti.

Anche alcuni siti archeologici sardi sarebbero legati alla misurazione del tempo, al ciclo delle stagioni, ai solstizi e altro.

Di questo si è parlato al Quinto convegno di Archeoastronomia tenutosi nei giorni scorsi a Sassari presso il Polo Bionaturalistico universitario di Piandanna.

Stavolta si è parlato della misura del tempo. Come riferimento sono state prese due strutture monumentali, quella nuragica di S’arcu e is Forros a Villagrande Strisaili e quella di neolitica di Is Cirquittis a Laconi.

E’ stato il dottor Michele Forteleoni a illustrare la ricerca, realizzata con l’aiuto di tecnologie modernissime, come i droni per le riprese dall’alto, nonché il Gps per i rilievi.

Potrebbero interessarti

Russia contro Apple per emoticon pro-gay

La Russia ha avviato un procedimento amministrativo contro la Apple, accusata di…

Plastica addio, arrivano le pellicole di latte

Ma davvero le pellicole di latte sostituiranno la plastica fra tre anni?…

Internet, Altroconsumo e Google: una guida per la sicurezza

Insieme Google e Altroconsumo per migliorare la sicurezza a chi naviga in Internet,…

Apple a Napoli, l’annuncio ufficiale

“L’Università di Napoli Federico II (Napoli, Italia) ha annunciato oggi che ospiterà…