Asti, eroico carabiniere ferma Tir impazzito

Eleonora Gitto

Ad Asti il bel gesto di un carabiniere che riesce a fermare un Tir impazzito.

Il conducente di un tir si è sentito improvvisamente male lungo la statale di Dusino San Michele, presso la curva Migliarina.

L’uomo ha tentato di accostarsi a una pattuglia dei Carabinieri, che si trovava presso il ciglio della strada.

A un certo punto, però, il grosso camion è ripartito, da momento che si trovava in un tratto in discesa ed evidentemente non era stato tirato il freno a mano.

Tutto questo è successo mentre i due carabinieri a bordo dell’auto stavano chiamando il 118.

L’automezzo pareva impazzito, riuscendo a travolgere perfino l’auto stessa dei Carabinieri, che è stata scaraventata in un fossato.

A quel punto uno dei due Carabinieri, l’appuntato scelto Riccardo Carapeccia, con sprezzo del pericolo si è aggrappato allo sportello del Tir ed è riuscito a entrare nell’abitacolo.

Nel frattempo il grosso mezzo aveva acquisito notevole velocità, mentre il conducente, malatissimo, era rimasto al posto di guida in preda a violente convulsioni.

L’appuntato è però riuscito a scansare il conducente e, mettendosi al suo posto, fortunatamente è riuscito a frenare mentre il Tir sfiorava addirittura due macchine provenienti in senso contrario.

Il conducente è stato trasportato in ospedale e le sue condizioni non sono gravi. Bravo Riccardo.

Next Post

Sla, scienziata di Modena scopre i segreti della malattia

Modena, una scienziata scopre il meccanismo che conduce alla Sla. La professoressa Carra, modenese, fa parte integrante dell’equipe che ha individuato il meccanismo di accumulo di proteine che produce la sclerosi laterale amiotrofica. Così commenta la scoperta la professoressa Carra: “L’individuazione di questo meccanismo ha permesso di individuare bersagli cellulari la […]
Sla, scienziata di Modena scopre i segreti della malattia