Bologna, dice addio a Barbarella, la nonnina dei colori

Eleonora Gitto

Bologna sicuramente sarà più triste senza l’allegria di Barbarella, da tutti conosciuta come la “nonnina dei colori”.

“La regina”, “la signora” o “la nonnina” dei colori, con questi appellativi era nota Maria Luisa Berti, la “Barbarella” bolognese nata nel 1928 che al suo passaggio “colorato” riempiva di gioia le strade.

Alla veneranda età di 88 anni, Barbarella non aveva mai perso la simpatia e la solarità, doti che l’hanno fatta amare da tutti. Perché “Barbarella”, perché così si chiamava la sua boutique di via Marconi.

Un negozio molto noto quello di Maria Luisa e non solo ai bolognesi.

Negli anni ’70 e ’80 era diventato “la boutique” dell’intimo e dell’abbigliamento femminile eccentrici. Capi troppo colorati e raffinati che hanno fatto di Barbarella una pioniera del settore.

Una vita dedicata al lavoro. Barbarella, infatti, non si era mai sposata: la continua ricerca di stoffe, modelli, colori, novità, non le lasciava molto tempo per sé.

Da quel viaggio in Australia con la mamma, Maria Luisa era tornata con tante idee in mente da realizzare. E lo ha fatto.

E nel suo passeggiare al centro, a piedi o con l’autobus, oppure da Vito o al Ber del Jolly, non perdeva occasione di raccontare a chi gliene dava l’opportunità la sua storia. A Bologna

abitava nelle case Acer. Educata, sempre allegra e tanto loquace, la si poteva riconoscere dal suo look.

Capi colorati, cappelli dalle fogge stravanti e accessori intonati. Colorata, stravagante, vistosa ma mai kitsch. La sua era la raffinatezza di “Barbarella”: unica e inimitabile.

Grande attivista dei diritti gay, del suo sorriso e della sua gioia hanno potuto godere tutti anche e soprattutto, i malati di tumore che sono stati nei suoi pensieri fino alla fine, tanto che i suoi pochi averi li ha lasciati alla Fondazione ANT Italia (Assistenza Nazionale Tumori).

Qualcuno ha scritto che: “vedere spuntare Barbarella in fondo a un portico, coloratissima e sorridente, era uno spettacolo per l’anima”.

Sarà per questo che la notizia della sua morte ha fatto il giro della Rete, rimbalzando di social in social, in men che non si dica.

I funerali di Maria Luisa Berti saranno celebrati la settimana prossima.

Next Post

Antonio Banderas ricoverato in ospedale per forti dolori al petto

Ultimi aggiornamenti riguardanti l’attore Antonio Banderas, ricoverato in ospedale dopo un episodio avvenuto nella sua casa di Surrey in Inghilterra. Secondo le indiscrezioni riportate dal magazine RadarOnline, l’attore avrebbe accusato forti dolori al petto e temendo un possibile infarto, è stato ricoverato in ospedale per accertamenti, Banderas, 56 anni, ha […]
antonio banderas ricoverato per dolori al petto