Cancro molto presto potrebbe definitivamente essere sconfitto

Quasi una promessa, quella fatta da Giampaolo Tortora, direttore dell’Oncologia Medica del Policlinico Gemelli di Roma e luminare della terapia contro il cancro al pancreas: l’esperto, presente all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha dato una grandissima speranza a tutti gli ammalati.
Milioni di persone, in Italia e nel mondo, soffrono di un qualche tipo di cancro o carcinoma, malattie subdole ed aggressive che si spera molto presto di riuscire ad eradicare in modo definitivo.

Gli ultimi decenni sono stati cruciali, con la scienza medica che ha fatto passi da gigante, ma mai come in questi ultimi mesi gli esperti si sentono vicini ad una svolta definitiva.

«I tumori sono furbi ma siamo veramente vicini a sconfiggerli» e a «rendere il nostro organismo più resistente al loro attacco», ha spiegato l’esperto.

«Stiamo lavorando a pieno regime per il nuovo “Cancer Center” del Policlinico Gemelli – ha continuato Tortora – uno degli obiettivi del mio arrivo qui a Roma da Verona. Una struttura che potrà unire e coordinare le tante realtà già presenti al Gemelli, perché qui già si fa tanta oncologia, nel 2018 abbiamo curato 48mila pazienti oncologici. Un numero mostruoso, molto più alto di tanti istituti oncologici, l’anno prima erano stati 46.500. Il Gemelli per l’oncologia è una potenza assoluta».

“Da 30 anni mi occupo di questo e ho visto tanti step che ci hanno avvicinato al traguardo. I momenti focali di questa rivoluzione sono stati due o tre e quello che stiamo vivendo ora è il più solido.

Dalla chemioterapia alle terapia a bersaglio molecolare, avevamo forse l’illusione di poter venire a capo di tutto, ma poi ci sono state delle battute d’arresto. Il tumore è furbo. Ora, con l’immunoterapia, la sensazione è che si sia imboccata una strada diversa. Anche se non deve illudere, perché non è per tutti: nei casi in cui funziona, però, i pazienti reagiscono bene e non hanno recidive.

Quest’ultimo è uno dei punti critici più difficili da superare”, ha quindi chiosato l’esperto.

Potrebbero interessarti

Metastasi cerebrali cosa le crea, arriva la scoperta

Uno studio pubblicato su Nature Medicine da un team guidato da Manuel Valiente, capo…

La dieta mediterranea rallenta l’atrofia celebrale

Ormai gli studiosi di tutto il mondo sono concordi nel ritenere che…

Tumore colon retto, nuovi farmaci per i malati gravi

Il carcinoma del colon-retto (CRC) è il tumore maligno più frequente originato nel colon, nel retto e nell’appendice: con…

Shock anafilattico per un assorbente, modella perde una gamba

Si può perdere un arto e addirittura rischiare di perdere la propria…