In cerca dell’anima gemella? In Giappone hanno risolto così

Sei in cerca dell’anima gemella, o per meglio dire semplicemente di amore: gli uomini giapponesi infelici hanno risolto in un modo davvero particolare.

Si può dire che ha fatto da “apripista” Masayuki Ozaki, un uomo giapponese che per tappare il vuoto “romantico” del suo cuore, ha giurato amore eterno ad una bambola di silicone.

Il manichino a grandezza naturale, chiamato Mayu, condivide il suo letto sotto lo stesso tetto della moglie di Ozaki e della figlia adolescente a Tokyo, un accordo che ha innescato una serie di liti prima che fosse dichiarata una “tregua” in famiglia.

Dopo che mia moglie ha partorito, abbiamo smesso di fare l’amore e ho sentito un profondo senso di solitudine“, ha detto il fisioterapista quarantacinquenne ad AFP in un’intervista.

Ma nel momento in cui ho visto Mayu nello showroom, è stato amore a prima vista” Ozaki arrossisce e rivela che veste la bambola con parrucche, vestiti sensuali e gioielli.

Mia moglie era furiosa quando ho portato Mayu a casa. Ma ultimamente lei lo sopporta, a malincuore“, ha aggiunto.

Quando mia figlia si è resa conto che non era una bambola Barbie gigante, è andata fuori di testa e ha detto che era disgustoso, ma ora è abbastanza grande per condividere i vestiti di Mayu“. Ozaki è uno dei sempre più numerosi uomini giapponesi che passano al “romanticismo di gomma” in un paese altamente tecnologico come il Giappone.

L’uomo ammette anche di esser stato spinto da come si sviluppano le relazioni umane in Giappone: “Le donne giapponesi sono fredde“, ma rivela anche come sono gli uomini “Sono molto egoisti. Gli uomini vogliono che qualcuno li ascolti senza brontolare quando tornano a casa dal lavoro“, ha aggiunto Ozaki.

Qualunque problema io abbia, Mayu è sempre lì ad aspettarmi. La amo e voglio stare con lei per sempre. Non riesco a immaginare di tornare da un essere umano. Voglio essere sepolto con lei e portarla in paradiso“.

Circa 2000 delle bambole realistiche, che costano da 6mila dollari in su e sono dotate di dita regolabili, testa rimovibile e anche apparato femminile, vengono vendute ogni anno in Giappone, secondo gli esperti del settore.

La tecnologia ha fatto molta strada da quelle brutte bambole gonfiabili negli anni ’70“, ha osservato Hideo Tsuchiya, amministratore delegato del produttore di bambole Orient Industry.

Sembrano incredibilmente reali ora e sembra che tu stia toccando la pelle umana. Altri uomini li comprano perché sentono di poter realmente comunicare con le bambole“, ha spiegato.

Mentre il Giappone lotta con un calo del tasso di natalità, un numero crescente di uomini, che vengono denominati “erbivori“,  stanno voltando le spalle all’amore e ai valori maschili tradizionali per una vita tranquilla e non competitiva.

Yoshitaka Hyodo, appassionato di tecniche militari e di armi, vive da solo ma ha una ragazza comprensiva, possiede più di 10 manichini a grandezza naturale, molti dei quali vengono vestiti in uniforme da combattimento per interpretare fantasie di guerra.

È più una questione di connessione emotiva per me ora“, ha detto il 43enne blogger, la cui curiosità è stata stimolata in giovane età quando ha trovato un manichino carbonizzato per strada.

La gente potrebbe pensare che io sia strano, ma non è diverso dal collezionare auto sportive. Non so quanto ho speso, ma è più economico di un Lamborghini“, ha detto.

Gli esperti inoltre ammettono che i futuri acquirenti di bambole possono aspettarsi una generazione altamente tecnologica ed in grado di parlare, ridere, rispondere e addirittura avere rapporti intimi.

foto@Twitter

 

Loading...
Potrebbero interessarti

Avvistamento nei cieli statunitensi: Non è nostro aereo risponde Air Force

Non è un nostro aereo, questa la risposta dell’Air Force degli Stati…

Facebook: prende materiale donato gratuitamente e lo rivende a caro prezzo

Un venditore online ha risposto alle critiche ricevute per aver preso un…