Capodanno, perché indossare intimo rosso?

Stanotte è la notte di Capodanno, la notte in cui si saluta, nel bene e nel male, l’anno appena concluso e si accoglie con rinnovate speranze l’anno nuovo.

Ognuno festeggia a modo suo, ma la stragrande maggioranza indosserà qualcosa di rosso, ed in particolar modo l’intimo, in segno di buon auspicio: ma da dove nasce questa curiosa usanza?

Il primo significato è da ricercare nella tradizione orientale, dove il rosso è il colore del sangue, dei sentimenti, ma in special modo nell’antichità il colore era ritenuto in grado di scacciare il mostruoso Nian, figura mitologica cinese mangia uomini che proprio nei giorni del Capodanno cinese fa la sua comparsa. 

Capodanno e la tradizione dell’intimo rosso.

Poiché quindi il rosso era capace di scacciare spiriti maligni lo si è continuato ad indossare come portafortuna nei secoli seguenti, per iniziare l’anno sotto i migliori auspici.

Per altri, invece, la tradizione di indossare un capo rosso risalirebbe agli antichi romani, precisamente al 31 a.C., ai tempi di Ottaviano Augusto.

Durante il Capodanno romano, infatti, uomini e donne indossavano qualcosa di rosso come simbolo di potere, fertilità, salute, ricchezza e appunto buona fortuna.

Next Post

Greta Thunberg, stavolta a parlare è suo padre

Negli ultimi anni si è parlato tantissimo di Greta Thunberg, la giovanissima attivista per l’ambiente che sta girando il mondo cercando di fare del suo meglio per mettere un freno allo stravolgimento climatico conseguente all’inquinamento massiccio e al male che stiamo facendo al pianeta. Greta ha nel mondo milioni di […]