Cesare Battisti, le prime parole dopo l’arresto

Scappato in lungo e in largo per il mondo intero per ben 38 anni, nell’ultima settimana invece è stato scovato, arrestato, immediatamente spedito in Italia ed oggi si trova già in carcere dove dovrà scontare quattro ergastoli.

Un epilogo assolutamente inatteso, di cui il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, parla come “il miglior risultato possibile e la miglior risposta per le vittime degli anni di piombo: Cesare Battisti rientra dalla Bolivia direttamente in Italia. E qui sconterà la sua pena, ossia l’ergastolo. Non trent’anni».

Braccato dall’Interpol, Battisti in Bolivia non avrebbe neppure opposto resistenza all’arresto, ma si sarebbe fatto placidamente ammanettare, condurre prima in caserma e poi, pochissime ore dopo, in aeroporto, dove è partito appunto per il nostro paese.
Anche all’aeroporto romano non ha proferito parola, solo il “solito” sorriso sprezzante di chi, in quasi 4 decenni, non ha mai chiesto scusa alle famiglie delle sue vittime.
Trasferito nel carcere di Massama (Oristano), Battisti secondo quanto racconta l’Ansa avrebbe invece dichiarato: “Mi dite in quale parte del mondo mi trovo? Ormai è tutto finito, ho 64 anni, sono malato, sono cambiato”.

“Non mi dichiaro innocente ma nemmeno mi accollo tutto ciò di cui mi accusano”, avrebbe aggiunto l’ex terrorista che ha parlato con diversi agenti penitenziari ed è stato a colloquio con il direttore del penitenziario.

“Cesare è mio fratello e non c’è cosa più importante di lui. Era un delinquente da quattro soldi e l’hanno fatto diventare un personaggio del cavolo. Io sono stato insieme a lui l’anno scorso, non l’ho mai abbandonato. È mio fratello ed è la cosa più importante che esista. I cani abbandonano i fratelli ma io no”: questa invece la prima dichiarazione di suo fratello Domenico.

Potrebbero interessarti

Vincenzo De Luca, la sua giunta è a maggioranza rosa

Vincenzo De Luca, ad oltre un mese dalla sua elezione a governatore…

Antonio Micari, medico di Messina premiato in America

Il 19 settembre un medico di messina, Antonio Micari ha ricevuto un…

Luiss, la dottoressa più giovane ha soli 21 anni

In un’Italia in cui si parla tanto di bamboccioni, di giovani che…

Pontedera, anziano scomparso aveva scelto l’eutanasia in Svizzera

La storia che vi stiamo per raccontare deriva da un vuoto legislativo…