Come risparmiare per fare la spesa, consigli per gli acquisti
Come risparmiare per fare la spesa

Come risparmiare per fare la spesa, i nostri consigli per gli acquisti.

Ci sono coloro che, per necessità o per virtù, giudicano fondamentale fare la spesa in maniera razionale, possibilmente risparmiando, facendo economia. Laddove possibile, ovviamente.

Certo, adesso il sistema “spesa” è cambiato, grazie alla presenza, o meglio all’onnipresenza, del supermercato, dei grossi centri commerciali, dove è possibile trovare di tutto o quasi. E, infatti, purtroppo secondo alcuni, la razionalità della spesa, soprattutto quella alimentare, comincia proprio da qui.

Mettendo da parte la questione qualità dei prodotti, e anche i prezzi, non c’è dubbio che se io debba girarmi quattro o cinque negozi per fare la spesa, cominci a pensare seriamente ad entrare in un unico posto, il supermercato, dove al massimo giro per gli scaffali. Quindi, indubbiamente, il primo risparmio è il tempo, e se è vero che il tempo è denaro non possiamo escludere a priori l’ipotesi supermercato; sempre che ne abbiamo uno vicino a casa nostra, ovviamente.

Pensiamo a lui o lei che hanno lavorato tutto il giorno, e, tornando a casa, pensano in macchina che il frigorifero è desolatamente vuoto. La prima idea è fare in fretta e la seconda è, per quanto possibile, di fare una scorta. Dopo vengono tutti gli altri problemi, vale a dire la qualità dei prodotti e i prezzi degli stessi. Va da sé che se riuscissimo a trovare una raffinatissima sintesi fra tempo a disposizione, prezzi bassi e qualità, avremmo compiuto un’operazione egregia e invidiabile.

Ma non sempre ciò è possibile; anzi. Comunque, una delle prime cose che viene in mente, è che fare la spesa in maniera approssimativa e disorganizzata, comporta problemi sul risparmio. Cerchiamo di andare a vedere qualche piccolo accorgimento per risparmiare.

L’errore più pacchiano che si fa è di non fare la lista della spesa, la famigerata lista della spesa. Niente acquisti dovuti all’improvvisazione, all’impulsività: questo comporta spesso lo spreco di cibi. Facciamo del male a noi e probabilmente anche agli altri che avrebbero potuto comprare quella cosa, o quelle cose, con maggiore consapevolezza.

Programmando ci si regola meglio e si acquistano le quantità giuste. Un’altra cosa da evitare è fare la spesa quando si ha fame. I vari snack, merendine, e così via, fanno spendere soldi, fanno ingrassare e a volte non sono proprio salutari. Se possibile, poi, bisognerebbe fare la spesa non al fine settimana, per evitare il sovraffollamento e quindi una maggiore premura nel comprare.

Portiamo poi con noi sempre buste di plastica o, meglio ancora, di tela. Risparmieremo sempre qualcosa, pur se non molto. E ancora: sulla frutta e verdura di stagione, meglio normalmente andare per mercati; i prezzi in genere sono migliori e pure la qualità. Frutta e verdura italiana costano quasi sempre meno, ricordiamolo. I frutti esotici sono tali, ma sovente costano molto.

Scegliamo, per quanto possibile, i prodotti sfusi, avendo cura ovviamente di controllarne la qualità. I prezzi dei prodotti sfusi sono considerevolmente minori di quelli nelle confezioni. Spesso questi prodotti sono anche più freschi ed ecosostenibili. Evitiamo inoltre i cibi già pronti: costano sempre di più di quelli fatti in casa, e non sempre la qualità risulta eccelsa.

Un discorso a parte meritano le promozioni. Non sempre queste sono convenienti. A volte sono specchi per le allodole: sembrano convenienti, ma hanno lo stesso prezzo di prodotti molto simili per qualità e quantità; anzi, talvolta i prezzi sono addirittura superiori. Tuttavia, non bisogna essere sempre diffidenti nei confronti di tali promozioni: molto spesso possiamo sensibilmente risparmiare su prodotti tecnologi ad esempio, proprio grazie alle offerte che rivenditori online e non propongono ogni mese.

Infine, esistono non da molto apposite applicazioni per smartphone, sia Apple sia Android, dedicate al risparmio sulla spesa.

Se qualcuno di noi è ipertecnologico, in fondo provarle non fa male. Le App informano sui prezzi più bassi che vengono fatti nella nostra zona e su altre cose interessanti che ci consentono di risparmiare.

Potrebbero interessarti

Lavoro, cercasi Babbo Natale: 2000 euro per 11 giorni

Fra le offerte di lavoro natalizie, la figura di Babbo Natale è…

198 posti concorso ASL Bari

L’ASL di Bari ha indetto i concorsi pubblici per ben 198 posti…

Lavoro, le startup non trovano personale qualificato

In Italia la disoccupazione giovanile sale ma le startup non riescono a…

La Corte UE bacchetta l’Italia sui reati legati all’Iva

Che in Italia la giustizia sia spesso troppo permissiva non è certo…