Compagnia russa offre l’ibernazione per poi essere resuscitati
Compagnia russa offre ibernazione per poi essere resuscitati

Una società russa offre la possibilità di congelare i tuoi resti mortali in una vasca di azoto liquido, come riferisce il nypost.com

Conosciuta come KrioRus, l’organizzazione, con sede alle porte della capitale russa Mosca, attualmente ha circa 71 ‘pazienti’ che hanno accettato di congelare il cervello o l’intero corpo nella speranza che la scienza alla fine troverà un modo per riportarli in vita.

Sono conservati a una temperatura di 196° C per evitare che i corpi si deteriorino.

Un cliente, Alexei Voronenkov, aveva già congelato i resti di sua madre di 70 anni dopo la sua morte e ha espresso il desiderio di fare altrettanto alla sua morte.

KrioRus: Ibernazione e risveglio possibili?

L’ho fatto perché eravamo molto vicini e penso che sia l’unica possibilità per noi di incontrarci in futuro“, ha detto.

Spero che un giorno si raggiunga un livello tale di tecnologia da produrre corpi e organi artificiali per creare un corpo artificiale in cui il cervello di mia madre possa essere integrato.

Attualmente costa, ai clienti russi, circa 36.000 dollari per congelare un corpo e 15.000 dollari per preservare il cervello, ma ad un costo leggermente più elevato, i servizi dell’azienda sono disponibili anche per clienti stranieri.

Ma c’è davvero la possibilità di riportare in vita un cervello congelato un giorno?

Molti scienziati hanno criticato pesantemente la KrioRus e altre società per aver preso denaro dalle persone nonostante il fatto che non ci siano prove che suggeriscano che possano mai essere rianimati.

Evgeny Alexandrov, che è a capo della Commissione pseudoscienza dell’Accademia Russa delle Scienze, ha descritto l’industria crionica come “un’impresa esclusivamente commerciale che non ha alcuna base scientifica” e ha affermato che l’intera premessa “è una fantasia che specula sulle speranze delle persone di resuscitare i morti e i sogni della vita eterna.

foto@Flickr

Loading...
Potrebbero interessarti

Smartphone perso? le ultime app per ritrovarlo

Le ultime statistiche ci dicono che al mondo sono presenti una quantità…

L’hard disk del futuro? 1 cm di atomi di cloro per una memoria infinita

I ricercatori del Politecnico di Deft, Olanda, hanno realizzato il prototipo di…