Cos’è il protocollo HACCP?

Redazione

Negli ultimi giorni si sta diffondendo una sorta di psicosi collettiva inerente alla potenziale diffusione del Coronavirus, che al momento ha già fatto registrare due contagiati nel nostro paese.

Una psicosi ingiustificata, al momento, che sta coinvolgendo tutti i cinesi presenti nel nostro paese, compresi coloro che in Cina mancano da anni, e soprattutto i locali dedicati alla ristorazione.

Una paura questa che non ha ragione di esistere, anche perché i ristoranti cinesi, come tutti i locali che somministrano bevande e alimenti in Italia, devono sottostare al rigido protocollo HACCP.  Di cosa si tratta?

Protocollo HACCP (Foto@Wikimedia)

Questo protocollo altro non è che un insieme di procedure volte a tutelare il consumatore garantendo la salubrità degli alimenti, focalizzandosi in particolar modo sulla prevenzione dei rischi e sull’analisi del prodotto finito, concentrandosi sui punti critici di controllo.

La tematica è disciplinata dal Decreto Legislativo 193/07 secondo il quale è prevista un’attività di autocontrollo igienico in tutti i pubblici esercizi e nelle industrie alimentari.

L’obiettivo dell’HACCP è garantire la sicurezza degli alimenti in tutte le fasi della catena alimentare e deve quindi essere stilato un piano di autocontrollo che si basa sull’applicazione di sette regole principali: individuazione dei pericoli e analisi dei rischi, individuazione dei CCP (punti di controllo critici), definizione dei limiti critici, definizione delle attività di monitoraggio, definizione delle azioni correttive, definizione delle attività di verifica che accertino l’efficacia delle misure adottate ed infine gestione della documentazione.

Next Post

Corsa alla poltrona in Parlamento: merito dei Vitalizi

Servire il popolo italiano è senza dubbio un grande onore, come lo è il poter prendere decisioni a nome di milioni di persone, di cui volenti o nolenti si influenza la vita. Ma è indubbiamente anche un vantaggio in termini economici perché, diciamocelo chiaramente, a chi non fanno gola i […]
Corsa alla poltrona in Parlamento merito dei Vitalizi