Covid-19: La Vitamina D non apporta nessun beneficio

Redazione

Nonostante i continui consigli legati ad un miglioramento dei pazienti con Covid-19 moderato e grave grazie all’utilizzo della vitamina D, la somministrazione dell’integratore non sembra essere efficace contro la malattia.

Questa è stata la conclusione di uno studio brasiliano pubblicato sul Journal of the American Medical Association.

Covid-19 La Vitamina D non ha nessun beneficio

240 pazienti ricoverati presso l’Ospedale das Clínicas della Facoltà di Medicina dell’Università di San Paolo e presso l’Ibirapuera Campaign Hospital da giugno ad agosto dello scorso anno hanno partecipato ai test.

Una parte di loro ha ricevuto una singola dose orale di vitamina D sciolta in olio di arachidi, mentre agli altri è stata somministrata solo la soluzione di olio di arachidi, un placebo.

I ricercatori non hanno trovato differenze significative nei due gruppi dopo i test. In altre parole, l’uso dell’integratore non ha ridotto la durata media del ricovero, non ha minimizzato i rischi di mortalità e non ha diminuito l’ammissione dei pazienti in terapia intensiva.

Lo studio è stato condotto da ricercatori della Facoltà di Medicina dell’Università di San Paolo con il supporto della Fondazione statale di sostegno alla ricerca di San Paolo.

Next Post

Legge 81 2017: Covid-19 e smart working

La legge 81 2017 (art. 18-24) va a disciplinare il lavoro agile in Italia. Tale norma lo inserisce in una cornice e ne fornisce le basi legali per la sua applicazione anche nel settore pubblico. Legge 81 2017 e Covid-19 Con l’avvento della pandemia da Covid-19 tale aspetto è diventato sempre più […]
Legge 81 2017 Covid-19 e smart working