Depeche Mode, pronti a tornare con nuovo album e tour

Oltre 100 milioni di dischi venduti in carriera, una cult band che non ha mai deluso i suoi fans sparsi in tutto il mondo, ed ora è pronta a tornare: i  Depeche Mode tornano con l’album Spirit che sarà seguito da Global Spirit , il tour mondiale che toccherà, tra le altre città, anche Roma (25 giugno), Milano (27 giugno) e Bologna (29 giugno).

Dagli anni 80 sono uno dei gruppi che più hanno contribuito a creare sonorità inedite, da un’elettronica pop ai confini della dark-wave sino a mescolare chitarre e sintetizzatori, e anche in quest’ultimo lavoro in studio non si risparmiano affatto.

«Abbiamo lavorato su questo disco negli ultimi due anni, ma le idee sono nate in modo spontaneo, velocemente. L’abbiamo registrato in America, tra Santa Barbara e New York, con un nuovo produttore, James Ford, uscirà a inizio primavera» spiega Dave Gahan alla stampa milanese.

Come in passato, anche stavolta religione, politica e mode sono raccontate attraverso testi sfrontati e sonorità cupe: «Certo – racconta ancora Dave Gahan – i fatti che condizionano la nostra vita, che minacciano o che determinano le nostre gioie o paure sono sempre la nostra ispirazione. Nei testi, nelle musiche ci sarà forse qualcosa di quelle due o tre cose che a noi non piacciono del mondo. Il disco avrà comunque un messaggio positivo, uscirà la prossima primavera».

La band inglese darà il via a un lunghissimo viaggio, un tour che toccherà 21 paesi europei in 32 tappe. A colorare i visual sarà ancora sua maestà Anton Corbijn, con cui la band si ritroverà fra un mese per girare nuovo materiale video.

Next Post

Concerti in autunno, la nuova rassegna di musica antica

Concerti in autunno, la nuova rassegna di musica antica. Il prossimo 14 ottobre comincerà nella città francese di Tours una nuova interessante rassegna di musica barocca. La manifestazione si svolgerà ogni anno nei luoghi storici della città, che è la capitale dei castelli della Loira. Il celebre direttore artistico Alessandro […]
Concerti in autunno, la nuova rassegna di musica antica