Dove andare se vi invitano ad un “vernissage”

Con il diffondersi dei media, ma anche con la globalizzazione e la commistione di culture differenti, sono entrate nel nostro linguaggio comune parole di altre lingue, che ormai hanno del tutto soppiantato i loro equivalenti in italiano.

Ogni giorno “chattiamo” non “messaggiamo”, così come nel pomeriggio facciamo “l’happy hour” e non più “l’aperitivo”.

Ma se invece ci invitano ad un “vernissage”, siamo sicuri di sapere dove andare?

Il termine, di origine francese, tradotto in italiano vuol dire “vernice” e serve a richiamare il mondo a cui si riferisce: il vernissage infatti è l’inaugurazione di una mostra artistica o di un’esposizione.

Prima dell’apertura al pubblico vera e propria, infatti, si è soliti fare una prima inaugurazione con gli amici più intimi, ma anche con artisti, critici, giornalisti: una sorta di anteprima insomma.

Per quanto riguarda l’etimologia più profonda del termine, il vernissage fa riferimento ad un’usanza dell’800 molto in voga tra i pittori e gli artisti, che erano soliti dare le ultime ritoccate ai colori in presenza di amici e familiari più cari, ma anche passare una mano di “vernice” trasparente sui propri quadri, per difenderli dagli agenti atmosferici e da tocchi indesiderati.

I vernissage odierni sono in genere eventi molto glamour, in cui presentare le proprie opere ma soprattutto coltivare le proprie relazioni sociali.

Loading...
Potrebbero interessarti

Selena Gomez dimentica Bieber per Samuel Krost

Se solamente qualche ora fa vi avevamo raccontato del gossip secondo cui…

Eagles of Death Metal tornano a suonare a Parigi

Il sold out è arrivato in un baleno, ma qui non si…