Esperienza pre-morte di un uomo in preda ad un attacco epilettico

Redazione

I ricercatori di “Life after Death” hanno pubblicato il racconto straziante di un uomo che afferma di essere morto temporaneamente e di aver lasciato il suo corpo quando ha subito un attacco di cuore ed in preda ad una crisi epilettica.

L’uomo, che si è presentato solo come Alex, crede di aver avuto un’esperienza extracorporea molto vivida solo tre anni fa. Alex ha detto ai ricercatori della Near-Death Experience Research Foundation (NDERF) come ha dovuto affrontare un battito cardiaco irregolare per molti anni prima di quell’esperienza. Ma in una fatidica notte di gennaio del 2018, ha ricordato che la sua pressione sanguigna era salita a 156/106 75 BPM: Alex stava avendo un attacco di cuore.

Esperienza pre-morte di un uomo in preda ad un attacco epilettico

Ha detto: “Quel momento è stato come un camion parcheggiato sul mio petto. In passato ho avuto ossa rotte e strappato i legamenti, ma niente è paragonabile al dolore del mio corpo che cerca di sopravvivere.

Dopo aver chiamato i servizi di emergenza, Alex si è preparato alla possibilità di non sopravvivere all’attacco di cuore. I paramedici sono arrivati ​​ed è stato trascinato su un’ambulanza e portato di corsa in ospedale. Tuttavia, proprio mentre è stato portato in fase preoperatoria, Alex è convinto che sia morto.

Ha detto:

I miei occhi si sono alzati, le luci si sono spente e il mio ultimo pensiero è stato: ‘Grazie a Dio, è finita!’ Allora ero consapevole di essere nell’oscurità, senza assolutamente niente. Poi ho sentito una felicità, una gioia e un amore così intensi. Non ci sono parole che possano davvero esprimere quello che stavo provando

Alex ha paragonato l’esperienza al vedere il mondo attraverso una cortina di nebbia. Man mano che diventava più chiaro e più a fuoco, ha iniziato a vedere sagome umane che si agitavano intorno a qualcuno sdraiato accanto a lui.

Ad un certo punto ha sentito una voce che urlava “200” ed è stato poi drammaticamente riportato in vita, dopo questa esperienza Alex è convinto:

Da quando sono tornato, ricordo le cose brutte che avevo fatto anche da bambino che erano state a lungo dimenticate. Ricordavo anche cose stupide in cui avevo appena fatto un commento per farmi una risata, ma ho scoperto che feriva profondamente qualcuno. Ho pagato i miei debiti col mio attacco di cuore.

I ricercatori concordano che le cosiddette esperienze di pre-morte (NDE) possono avere un effetto profondo sulle persone, ma ritengono che queste siano causate da fenomeni naturali nel cervello.

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università del Michigan, ad esempio, ha scoperto che l’attività cerebrale è continuata nei ratti da laboratorio in arresto cardiaco clinicamente indotto.

Secondo lo studio, l’attività cerebrale è aumentata negli ultimi 30 secondi di vita, suggerendo la possibilità che la stessa ondata sia responsabile delle NDE negli esseri umani.

fonte@Express

Next Post

WhatsApp svolta epocale, trasferimento chat da Android ad iPhone

WhatsApp consentirà la migrazione del contenuto della cronologia delle chat dello stesso utente tra dispositivi con sistema operativo iOS e Android o viceversa, servizio che sarà incluso in un futuro aggiornamento che attualmente è ancora in fase di sviluppo. Gli utenti saranno in grado di trasferire la cronologia chat dai […]
WhatsApp svolta epocale trasferimento chat da Android ad iPhone