Ferrara, gli inquirenti sono convinti che Igor sia ancora qui

Eleonora Gitto

Ferrara, gli inquirenti sono convinti che Igor sia ancora qui.

Gli inquirenti stanno setacciando il passato del criminale in mezza Europa, compiendo indagini in Spagna e Serbia. Ma intanto, ne sono convinti, l’inafferrabile è sempre in zona.

Non solo le ricerche non si sono fermate, ma sono state potenziate anche con la presenza della polizia.

In giro c’è la massima attenzione, e la popolazione non si sente affatto al sicuro, nonostante le ingenti forze schierate per catturare Igor.

La paura è soprattutto di notte, momento nel quale il criminale assassino verosimilmente si muove, sia alla ricerca di cibo e di acqua, sia per cercare di spostarsi dalle zone dove si incentrano le ricerche.

Ormai Igor è in fuga da più di 15 giorni, dopo aver ucciso Valerio Verri e ferito Marco Ravaglia.

A braccarlo sono centinaia di uomini che si danno il turno: Cacciatori di Calabria, il Tuscania, i Gis, ora anche gli uomini dell’Uopi, un gruppo speciale della Polizia.

Il Ministro degli Interni Marco Minniti ha dichiarato: “Fino a quando non sarà catturato, noi non ci fermeremo, perché così si comporta un grande Paese”.

Retorica ed enfasi a parte, però, Igor “l’assassino” ancora non è stato preso.

Next Post

Bracciano, il lago va scomparendo per dissetare Roma

Bracciano, il lago va scomparendo per dissetare Roma. Il lago di Bracciano è uno splendido specchio d’acqua lacustre che si trova a poche decine di chilometri da Roma. Paesaggi tranquilli, nella zona; paesaggi da sogno e ambienti naturali da invidia. Si tratta di un lago di origine vulcanica, come quasi […]
Bracciano, il lago va scomparendo per dissetare Roma