Il Segreto, anticipazioni mercoledì 26 aprile

Dopo che abbiamo visto che ieri Il Segreto non è andato in onda, per lasciar spazio a un palinsesto festivo in occasione della Festa della Liberazione, vediamo quali sorprese ci riserverà oggi la soap opera spagnola più amata dagli italiani.

Nella puntata di oggi, mercoledì 26 aprile, vediamo che Rosario non è tranquilla: inizia a sentire stranezza da parte della figlia Mariana e teme che le venga nascosto qualcosa.

In effetti Mariana non le ha parlato della morte della suocera, cioè di Donna Fuensante. I due coniugi, inoltre, le comunicano che hanno deciso di trasferirsi a Munia, anche se le promettono di non restare lontani per sempre.

La Montenegro teme per la sua persona e cerca di fare delle indagini sul conto di Cristobal, poiché teme che le nasconda qualcosa di particolare: ma cosa?

Elias parte e racconta una bugia a Hernando, poiché non vuole dirgli il vero motivo della sua partenza: l’uomo infatti andrà al paese natale del suo padrone e scoprirà cose incredibili.

Hernando avrebbe due figli, Beatriz e Damian, che hanno vissuto l’incendio che ha devastato la villa. Un figlio è morto assieme alla madre, la moglie di Hernando. Elias trova, quindi, dei resti umani tra le rovine della villa. A chi appartengono?

Si inizia a supporre quindi che Beatriz sia la figlia di Hernando.

Raimundo accusa Cristóbal di lasciarsi sedurre dalla Montenegro e l’intendente se la prende con Onesimo, perché in teoria Ulloa non dovrebbe sapere nulla di tali incontri. Cristobal sorprende Emilia mentre legge i documenti che ha dimenticato su un tavolo della locanda e le chiede discrezione assoluta.

Next Post

Ferrara, gli inquirenti sono convinti che Igor sia ancora qui

Ferrara, gli inquirenti sono convinti che Igor sia ancora qui. Gli inquirenti stanno setacciando il passato del criminale in mezza Europa, compiendo indagini in Spagna e Serbia. Ma intanto, ne sono convinti, l’inafferrabile è sempre in zona. Non solo le ricerche non si sono fermate, ma sono state potenziate anche […]
Ferrara, gli inquirenti sono convinti che Igor sia ancora qui