Gerry Scotti doppia il cane Bailey di “Qua la Zampa”

È appena arrivato nelle sale italiane un film assolutamente imperdibile, per grandi e piccini, per chiunque abbia voglia di emozionarsi: “Qua la zampa” è il nuovo film del regista Lasse Hallstrom, lo stesso di “Hachiko”, che attraverso diverse reincarnazioni del cane Bailey cerca il senso della vita e ci racconta il rapporto tra uomo e cane.

Il film parte dal 1962, quando Bailey, un cucciolo di golden retriever ferito e solo, viene salvato da Ethan Montgomery (Dennis Quaid). Tra cane e padrone si instaura un forte legame di amicizia e Bailey sarà al fianco di Ethan nelle tappe più importanti della sua vita dagli studi alle delusioni sportive, fino al primo amore per la bella Hannah.

Nel corso degli anni, lo spirito di Bailey si reincarna in altri cani, prima in un pastore tedesco del Dipartimento di Polizia di Chicago chiamato Ellie, poi in un corgi di nome Tino e infine un incrocio tra un pastore australiano e San Bernardo chiamato Buddy.

Nella versione italiana la voce del cane è quella di Gerry Scotti.

Gerry Scotti è tornato a lavorare concentrandosi sull’elemento che tre decenni fa ha lanciato la sua carriera: “Mi sembrava un’ottima occasione, per lasciare una mia impronta nel cinema – afferma – Non potendo farlo con la faccia, ho lasciato la cosa che mi ha distinto di più: la mia voce”.

Il conduttore racconta di aver accettato il doppiaggio anche per il suo grande amore per i cani: “I miei non volevano cani in casa. Questo è tipico di tanti genitori no? Noi ragazzi non capivamo perché non li volessero, invece era una forma di rispetto nei confronti degli animali, affinché non soffrissero all’interno di un appartamento. Da quando ho vissuto in case più grandi ho sempre avuto un cane che mi ha accompagnato nella mia vita. Ho avuto il decennio dei bassotti e quello dei Jack Russell. Parlo di decenni perché questa è la durata media della vita di un cane. Oggi la mia volpina ha 16 anni, ma lei è un highlander! Ho anche un cocker. Insomma i cani continuano a essere una presenza fissa nella mia vita”.

Non è la prima volta che Gerry Scotti si cimenta nel doppiaggio: aveva già prestato la sua inimitabile voce in “Toy Story 3” al telefono chiaccherone, ed ora ritorna per interpretare i pensieri di Bailey.

Loading...
Potrebbero interessarti

Carey Mulligan e Meryl Streep al cinema con “Suffragette”

Presentata in anteprima il 4 settembre del 2015 al Telluride Film Festival,…

Sting atteso al Fabrique di Milano

A marzo 2017 Sting sarà in concerto anche al Fabrique di Milano.…