Guidare sicuri: il benessere passa dall’acqua

Fin da quando ci siamo seduti per la prima volta al volante, ci hanno insegnato che, per guidare, bisogna essere assolutamente sobri e lucidi: anche un piccolo quantitativo di alcol, per chi non lo regge, più rivelarsi fatale, e bisogna quindi essere estremamente cauti.

Eppure nessuno ci ha mai detto che, parallelamente all’evitare alcolici, bisogna bere molta acqua: a dirlo è la scienza, che con un recente studio ha dimostrato quanto essere idratati opportunamente può influire su una guida sicura.

Lo studio del 2015, finanziato dall’European Hydration Institute e condotto dalla Loughborough University (Regno Unito), ha rivelato, infatti, che i conducenti che hanno ingerito soltanto un sorso d’acqua (25 ml) ogni ora hanno commesso oltre il doppio degli errori in strada rispetto ai conducenti correttamente idratati.

Il numero di errori era equivalente a quello riscontrato in persone con un’alcolemia dello 0,08%, l’attuale limite consentito per la guida nel Regno Unito.

Gli errori più comuni, in questo senso, hanno riguardato il tardivo azionamento dei freni, la difficoltà a mantenere la propria traiettoria all’interno della corsia di marcia e, addirittura, l’invasione involontaria delle corsie adiacenti.

Tutto ciò è aggravato dal fatto che ben pochi automobilisti sono in grado di riconoscere di sintomi della disidratazione come la secchezza della bocca, il giramento di testa ed i riflessi rallentati.

La soluzione per ovviare a questi potenziali rischi è molto semplice: bere più acqua.

In questo senso, già nel 2013 uno studio condotto dalla University of East London insieme alla University of Westminster aveva messo in rilievo come l’assunzione di mezzo litro di acqua prima di eseguire attività manuali aumenti del 14% la prontezza di riflessi.

L’acqua, del resto, è l’elemento fondamentale per la salute dell’uomo, il cibo principe che non va mai trascurato per il benessere dell’organismo.

Le cellule sono composte per la maggior parte da liquido e le reazioni chimiche e metaboliche del nostro organismo avvengono in mezzo acquoso. Il sangue contiene circa il 92% di acqua ed è fondamentale per il trasporto dei prodotti del metabolismo e degli scarti verso gli organi di tutto il corpo.

L’acqua inoltre iuta a regolare la temperatura corporea e a disperdere il calore tramite la sudorazione prevenendo gravi danni. Funge da protezione per il cervello e il midollo spinale agendo da cuscinetto.

Loading...
Potrebbero interessarti

Malnutrizione, terribili i dati diffusi da Save the Children

Nei nostri paesi, ricchi e industrializzati, abbiamo a che fare solo marginalmente…

Vaccino e sclerosi multipla: il caso e la sentenza UE

Vaccino contro epatite B e sclerosi multipla: il caso e la sentenza UE.…