Hammam, il rito del benessere del mondo arabo

Redazione

La maggior parte di noi forse non ne ha neppure mai sentito parlare, o se è successo è stato alle terme o in qualche location dedicata al benessere fisico, in cui la contaminazione con l’oriente è più forte, eppure l’Hammam è uno dei luoghi simbolo, di quelli importantissimi per tutto il mondo arabo.

Di cosa si tratta?

L’Ḥammām è il complesso termale in cui i musulmani effettuano il ghuṣl, o lavacro maggiore, e il wuḍūʾ, o lavacro minore, per conseguire la ṭahāra, o purità rituale, indispensabile per poter poi adempiere all’obbligo canonico della ṣalāt giornaliera.

Anche conosciuto come bagno turco, è anche e soprattutto oggi un luogo in cui ci si rilassa facendo un bagno nel vapore, in un ambiente in cui la temperatura oscilla tra i 40 e i 48°C.

In questi luoghi non fa caldo come nella sauna, e quindi ci si può rimanere più a lungo, permettendo al corpo di depurarsi, lasciando andare, assieme al sudore, anche tutte le tossine.

Sempre più diffuso anche in occidente, naturalmente il bagno turco nei nostri paese perde il suo significato religioso e rituale ma è uno dei trattamenti di bellezza più apprezzati.

Del resto fa bene alla pelle, ma non solo: combattere i dolori muscolari e cura piccoli problemi alle vie respiratorie, senza contare il suo effetto benefico contro ansia e stress.

foto@Wikipedia

Next Post

Sai cos’è la talassemia?

Purtroppo ci sono tantissime malattie ereditarie, fin troppe, alcune diffusissime ed altre talmente rare che non si è neppure investito per studiarle a fondo e trovare una cura, condannando praticamente a morte ci ne soffre. Tra le più diffuse vi è senza dubbio la talassemia: di cosa si tratta? La […]
sai cose talassemia