Il dolore distrae il cervello lo sapevi?

Redazione

Chiunque abbia cercato di concentrarsi sul lavoro mentre soffre di mal di testa sa che il dolore attira l’attenzione del cervello, ed è così che l’evoluzione ha contribuito a garantire la sopravvivenza.

Il dolore distrae il cervello lo sapevi
foto@depositphotos.com

Il dolore distrae una regione del cervello

I ricercatori hanno individuato la regione del cervello responsabile della capacità del dolore di influenzare l’elaborazione cognitiva.

Hanno scoperto che questa regione cerebrale correlata al dolore è distinta da quella coinvolta nell’interferenza dell’elaborazione cognitiva a causa di un’attività di memoria che distrae.

Ulrike Bingel e colleghi dell’University Medical Center Hamburg-Eppendorf hanno pubblicato a suo tempo la loro scoperta sulla rivista Neuron, pubblicata da Cell Press.

Per cercare la regione responsabile della capacità del dolore di distrarre l’attenzione, i ricercatori hanno chiesto ai volontari di svolgere un compito cognitivo che prevedeva la distinzione di immagini, nonché un compito di memoria di lavoro che prevedeva il ricordo di immagini.

I ricercatori hanno chiesto ai volontari di svolgere i compiti poiché hanno sperimentato diversi livelli di dolore causati dallo zapping delle loro mani da parte di un innocuo raggio laser.

Durante questi test, i cervelli dei volontari sono stati scansionati utilizzando la risonanza magnetica funzionale (fMRI).

In questa tecnica analitica ampiamente utilizzata, campi magnetici e onde radio innocui vengono utilizzati per scansionare il cervello per determinare il flusso sanguigno attraverso le regioni, che riflette l’attività cerebrale.

Gli esperimenti dei ricercatori hanno identificato una regione del cervello chiamata complesso occipitale laterale (LOC) come l’area cognitiva interessata sia dal “carico di memoria di lavoro” che dal dolore. Questo risultato era previsto, poiché è noto che il LOC è coinvolto nell’elaborazione delle immagini.

I ricercatori hanno poi cercato di identificare la regione del cervello in base alla quale il dolore influisce sul funzionamento del LOC.

Hanno teorizzato che il miglior candidato per questa regione fosse quella chiamata corteccia cingolata anteriore rostrale (rACC).

Questa regione è nota per essere coinvolta nell’elaborazione del dolore da parte del cervello e fa parte della corteccia cingolata anteriore, che svolge un ruolo importante nelle funzioni “esecutive” come il controllo dell’attenzione.

Queste strutture si trovano in profondità nel cervello nella regione di connessione tra i due emisferi.

In effetti, le scansioni fMRI dei ricercatori hanno indicato che il rACC è, in effetti, il centro cerebrale attraverso il quale il dolore influenza il LOC.

Al contrario, hanno scoperto che un carico di memoria di lavoro colpisce il LOC attraverso una regione diversa, la corteccia parietale inferiore.

I ricercatori hanno notato che la modulazione dell’elaborazione visiva da parte del dolore che hanno osservato nei loro studi fMRI è comportamentale rilevante, perché poiché le loro scansioni fMRI hanno mostrato dolore che colpisce il LOC, hanno anche osservato una parallela compromissione dell’accuratezza nel riconoscimento delle immagini da parte dei soggetti.

Next Post

Negli Stati Uniti ti pagano per riempirti la casa di scarafaggi

Una società con sede nella Carolina del Nord chiede ai proprietari di immobili di ospitare 100 scarafaggi nella loro casa per testare una particolare tecnica. 2000 dollari per tenersi in casa 100 scarafaggi Ogni estate la comparsa degli scarafaggi, più specificatamente le tipiche “blatte”, sia negli appartamenti di città, e non solo, […]
Negli Stati Uniti ti pagano per riempirti la casa di scarafaggi